Inquinamento dell'aria: prosegue l'allerta Pm10, situazione di criticità in molte aree

A Verona resta il "livello 1" (arancio). A causa dell'alta pressione fino a giovedì 17 gennaio, si avranno in prevalenza condizioni di ristagno degli inquinanti nella bassa atmosfera

Arpav monitoraggio qualità dell'aria - ph Facebook

I livelli di PM10 continuano a permanere al di sopra del valore limite giornaliero in molte aree del territorio regionale. A Padova e a Venezia si sono registrati 10 superamenti consecutivi del valore limite giornaliero ed è quindi scattato, in base a quanto previsto dall’Accordo di Bacino Padano, il livello di allerta 2 (rosso) nei rispettivi agglomerati. Il medesimo livello di allerta (rosso) è stato raggiunto anche a Piove di Sacco.

Permangono al livello 1 (arancio) gli agglomerati di Treviso, Vicenza, Verona, oltre ai comuni di Castelfranco, Chioggia, Este e Tribano. La situazione di criticità è diffusa in gran parte del territorio regionale: complessivamente, su un totale di 26 stazioni che effettuano il monitoraggio in automatico del PM10, ben 21 hanno superato, nella giornata di ieri (domenica 13 gennaio), il valore limite giornaliero, in tutte le province, anche nel bellunese (stazione di Area Feltrina).

Le condizioni di prevalente alta pressione, che da oltre una settimana stanno interessando la regione, renderanno il tempo ancora stabile almeno fino a giovedì, quando l’arrivo di una saccatura atlantica porterà nuvolosità e successivamente l’aumento della probabilità di precipitazioni.

Di conseguenza, fino a giovedì 17 gennaio, si avranno ancora in prevalenza condizioni di ristagno degli inquinanti nella bassa atmosfera. L’unico fattore che temporaneamente potrà favorire una parziale dispersione delle polveri fini sarà un moderato aumento della ventilazione tra la tarda mattinata di oggi (lunedì 14 gennaio) e le primissime ore di martedì.

Il Bollettino livelli di allerta PM10. Dal 1 ottobre al 31 marzo, il lunedì e il giovedì entro le ore 12, ARPAV emette il bollettino dei livelli di allerta PM10. Il livello di allerta è calcolato sul numero di giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del PM10: dopo 4 giorni consecutivi scatta il livello 1, dopo 10 giorni consecutivi, il livello 2.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Cade dalla bici dopo essere arrivato al lavoro e muore davanti al padre

  • Poiano, uomo perde le vita in via Fincato nello scontro tra un'auto e una moto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Rientra in hotel ubriaco, sbaglia stanza e picchia l'uomo che la occupa

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento