Muratore morto a Colognola ai Colli, aperta indagine per omicidio colposo

Al momento è a carico di ignoti e permetterà di chiarire tramite l'autopsia la causa del decesso di Albert Gaisha Morina, 24enne deceduto dopo una caldissima giornata di lavoro

Ospedale di San Bonifacio (Foto di repertorio)

Un'indagine per dissipare ogni dubbio. La Procura di Verona ha aperto un fascicolo sulla morte di Albert Gaisha Morina, il muratore kosovaro di 24 anni morto venerdì 28 giugno, al termine dei una caldissima giornata di lavoro. Come riportato da TgVerona, l'ipotesi di reato è omicidio colposo ed è a carico di ignoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane muratore abitava a Rovato, in provincia di Brescia, ed era impegnato insieme ai colleghi in una ristrutturazione a Colognola ai Colli. Quando tutti i lavoratori stavano lasciando il cantiere, il 24enne si è sentito male. Il ragazzo, in codice rosso, è stato portato in ambulanza all'ospedale di San Bonifacio, dove purtroppo è spirato.
Giovedì e venerdì scorsi sono state le giornate più calde di giugno e si è subito pensato che il giovane sia morto per un malore dovuto al caldo, ma ora sarà l'autopsia a chiarire le cause del decesso. Ed una volta chiarite, si potrà rispondere anche agli interrogativi dei colleghi di Albert Gaisha Morina, i quali hanno hanno sollevato dubbi sulle modalità d'intervento dei soccorritori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento