Tragendia del bus ungherese, tra gli indagati anche due dirigenti di A4

Sono il responsabile della tratta Alberto Brentegani e il responsabile della manutenzione Giovanni Natale, che si sono difesi dicendo che tutto nell'autostrada era a norma

Ne aveva accennato i primi di febbraio, a poche settimane dal fatto, l'Associazione familiari e vittime della strada. Aveva parlato di corresponsabilità del gestore dell'A4 per il tragico incidente del bus ungherese avvenuto nella notte tra il 20 e il 21 gennaio vicino al casello di Verona Est.

Per l'impatto e il successivo rogo del mezzo erano morte 16 persone, a cui se ne è aggiunta una a distanza di due mesi, un ferito che nonostante le cure offerte prima a Verona e poi in Ungheria non è riuscito a sopravvivere. Di feriti gravi ancora in ospedale a causa dell'incidente ne resta solo uno, l'autista, di cui è stato confermato il disturbo del sonno. Potrebbe essere stato questo disturbo a generare la distrazione dell'uomo alla guida del pullman, che poi si è andato a schiantare contro un pilone dell'autostrada.

Tra gli indagati per questa tragedia, però, non c'è solo l'autista. Alessandra Vaccari su L'Arena ha scritto che per omicidio stradale aggravato hanno ricevuto l'avviso di garanzia anche Alberto Brentegani e Giovanni Natale. Brentegani è il responsabile della tratta in cui è avvenuto l'incidente. Natale è invece il responsabile della manutenzione. Quanta responsabilità abbiano nell'incidente, saranno le indagini ad accertarlo. Loro comunque si sono difesi attraverso un legale, spiegando che tutte le protezioni dell'autostrada erano a norma.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento