Buche sulle strade, parla Tosi: "La pioggia ci ha impedito di intervenire tempestivamente"

Dopo il sospetto che i due incidenti mortali che la domenica di Pasqua hanno stroncato due giovani vite siano stati causati dalla cattiva manutenzione del manto stradale, parla il sindaco

Flavio Tosi

La duplice tragedia che ha rovinato la Pasqua di due famiglie ha portato molti a puntare il dito contro le terribili condizioni delle strade scaligere. Sul caso si è quindi espresso il sindaco di Verona, Flavio Tosi: “Le condizioni meteorologiche avverse dell’ultimo mese - ha spiegato il primo cittadino - con le abbondanti precipitazioni piovose, ha impedito di attuare anche i più semplici interventi di rattoppo delle buche che si sono formate sulle strade cittadine".

TROPPA ACQUA - "Il paragone con i paesi nordici - prosegue la nota del sindaco - che qualcuno ha citato, particolarmente efficienti nelle manutenzioni stradali, non risulta in realtà appropriato, perché ad impedire gli interventi di riparazione stradale non è il freddo, bensì la pioggia, che preclude la possibilità di intervenire anche per un semplice rattoppo. Con l’inizio della bella stagione l’amministrazione comunale ha già previsto di dare avvio, nonostante i vincoli del patto di stabilità, ad un piano di manutenzione del manto stradale delle vie cittadine più danneggiate. Contemporaneamente, verrà eseguito un monitoraggio degli interventi di asfaltatura eseguiti negli ultimi anni, per verificarne la qualità effettiva e la corrispondenza ai parametri tecnici richiesti. Nel frattempo rivolgiamo un appello ai cittadini, affinchè segnalino alla polizia municipale eventuali situazioni di pericolo, in modo da riuscire a limitare i disagi e a prevenire eventuali incidenti”.

SEMPRE ATTENTI - “La situazione del manto stradale a Verona è monitorata 24 ore su 24 dalla polizia municipale – aggiunge il comandante Luigi Altamura - gli interventi sono aumentati dalla seconda metà di febbraio, a seguito delle numerose giornate di pioggia che hanno compromesso l'asfalto, dopo gli altrettanto numerosi interventi di Amia con il sale per la formazione di ghiaccio, a causa delle rigide temperature. Ogni richiesta di intervento per la presenza di buche pericolose, segnalate dagli amministratori pubblici o dai cittadini, viene verificata da una pattuglia della polizia municipale, che dove necessario predispone l’invio immediato di aziende private convenzionate per la chiusura delle buche pericolose con asfalto a freddo (quando le buche non siano piene di acqua) e l’apposita segnaletica luminosa per segnalare il pericolo nelle ore serali e notturne. Solo questa mattina – conclude Altamura - la polizia municipale ha dato ausilio agli stradini delle singole Circoscrizioni per una trentina di interventi più urgenti e nel pomeriggio è stata fatta intervenire una ditta convenzionata per le emergenze in via Ticino all’intersezione con via Tevere, in viale del Lavoro e in via XX Settembre, per tre buche pericolose”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Ospedali di Borgo Trento e di Negrar al top in Veneto per il tumore al seno

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • In arrivo il nuovo centro di distribuzione di Amazon al confine con Verona

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

Torna su
VeronaSera è in caricamento