Ben 19 incidenti in pochi giorni a Verona: ciclista 53enne in prognosi riservata

Una raffica di episodi si sono verificati in città tra venerdì e lunedì mattina, con la Polizia locale sempre impegnata negli accertamenti e rilievi del caso. Feriti anche alcuni passeggeri di un bus ATV

Polizia locale di Verona in via Tombetta

Una vera raffica di incidenti stradali, ben 19, è stata registrata in città dalla giornata di venerdì fino a lunedì. E quasi tutti con dei feriti. 

L'ultimo in ordine di tempo è stato rilevato alle 11 del 29 giugno dal Nucleo Infortunistica Stradale della Polizia locale di Verona in via Mameli, dove un'auto in uscita da via Monte Ortigara avrebbe costretto un bus Atv ad una brusca frenata. La pronta ed efficace manovra dell'autista avrebbe permesso di evitare l'incidente, tuttavia alcuni passeggeri sono rimasti feriti, quattro dei complessivi venti che si trovavano a bordo, e sono stati subito trasportati al pronto soccorso dell'ospedale di Borgo Trento. Sono già partiti anche gli accertamenti per risalire all'auto protagonista della manovra azzardata, anche attraverso la videosorveglianza cittadina.

L'incidente più grave però, è quello avvenuto intorno all'ora di mezzogiorno di venerdì a Parona, dove un ciclista è caduto a terra per evitare un'auto che si stava immettendo in via Valpolicella da via dei Reti. Stando ai primi accertamenti della Locale, non sono emerse responsabilità a carico dell'automobilista, un 42enne d Negrar alla guida di una Bmw, ma le verifiche sono ancora in corso. Nel frattempo il ciclista, un 53enne veronese, si trova ricoverato in prognosi riservata.

Sempre venerdì, alle 19.30 circa in via Prina, una 70enne alla guida di una Opel Agila ha perso il controllo del veicolo per poi schiantarsi su una Nissan Qasqai in sosta.

Nella mattinata di sabato invece, in lungadige Re Teodorico, una donna di 39 anni è stata investita da una Dacia Dokker. Alla guida una 62enne veronese, che si è subito fermata per prestare soccorso e a carico della quale al momento non sono emerse responsabilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intorno alle 10 di domenica mattina in via Stoppele, a Porto San Pancrazio, la conducente di una Citroen C3 ha perso il controllo ed è andata a sbattere contro una Fiat 500 in sosta. La donna, come emerso dalla verifiche, viaggiava con copertura assicurativa scaduta nell'aprile scorso. Il veicolo è stato quindi posto sotto sequestro.
Nel pomeriggio dello stesso giorno, poco prima delle 17, una Mercedes ed una Volkswagen Up sono venute a collisione, coinvolgendo poi anche una Fiat Punto in sosta. Mentre la conducente della Volkswagen, 31enne trentina, è risultata negativa all'alcoltest, il precursore ha dato esito positivo per l'altro automobilista, 57enne veronese, a carico del quale sono stati richiesti gli accertamenti sanitari urgenti presso il pronto soccorso dell'ospedale di Borgo Trento e dove, dove nel frattempo, entrambi sono stati trasportati. Danneggiata anche una colonnina della fibra ottica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Mistero a Cerea, scoperti 17 morti in cimitero sepolti senza autorizzazione

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento