Finisce con l'auto contro un muro e oppone resistenza ai soccorritori

È una donna di 38 anni che viaggiava insieme alla figlia di 3 anni a San Bonifacio. Dopo l'incidente non voleva uscire dalla vettura e ha morso anche una mano ad un agente della polizia locale

Ospedale Fracastoro (Foto di repertorio)

Ha avuto dei risvolti imprevedibili l'incidente stradale avvenuto ieri, 26 aprile, in via Prova a San Bonifacio. Ad occuparsene sono stati gli agenti della polizia locale, i vigili del fuoco del distaccamento di Caldiero e i sanitari di un'ambulanza partita dall'ospedale Fracastoro. I soccorritori però non hanno avuto nessuna collaborazione da parte della conducente dell'auto coinvolta nel sinistro, una donna marocchina di trentotto anni che viaggiava insieme alla figlia di tre anni.

Per cause ancora da accertare, come scritto da Alessandra Vaccari su L'Arena, il Suv della 38enne ieri ha sbandato, andando a finire a velocità sostenuta contro un muro. Gli airbag della vettura sono esplosi e madre e figlia sono rimaste all'interno dell'auto fino all'arrivo degli agenti e dei pompieri. La donna teneva in braccio la bambina e non voleva consegnarla ai soccorritori. Con pazienza, i vigili del fuoco sono riusciti a prendere la bimba ed è stata fatta scendere anche la conducente che avrebbe cercato di scappare, mordendo anche la mano di un agente della polizia locale. La donna ha rifiutato di sottoporsi ai test che accertano la guida in stato di ebrezza o sotto l'effetto di droghe. Per questo è stata trasportata al Fracastoro dove anche i sanitari hanno avuto difficoltà a medicarla.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

  • La donna non cede al ricatto e lui pubblica sui social le sue immagini "hot"

Torna su
VeronaSera è in caricamento