Si ribalta con il mezzo per l'asfaltatura: ferito grave un operaio a Garda

L'incidente si è verificato verso le 11 di sabato 24 giugno nei pressi del Lido di Garda. L'uomo è stato trasferito in codice rosso presso l'ospedale di Borgo Trento

Un grave incidente sul lavoro si è verificato questa mattina, sabato 24 giugno, nei pressi di Garda lungo la strada regionale 249 all'altezza del Lido.

Verso le ore 11.20 circa un operaio a bordo di un mezzo dedicato all'asfaltatura, proprio mentre era impegnato nel rifacimento del manto stradale di una via sopraelevata, ha perso il controllo del veicolo ribaltandosi e cadendo rovinosamente di sotto da circa 5/6 metri d'altezza, andando a finire su due autovetture parcheggiate.

In fase di caduta il mezzo ha infatti travolto e danneggiato altri due veicoli fermi. Ad avere la peggio è stato l'operaio, il quale è stato soccorso dai pompieri di Bardolino e affidato al personale medico di un'ambulanza e dell'elicottero del 118, venendo poi trasportato presso l'ospedale veronese di Borgo Trento dove è attualmente ricoverato in codice rosso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si registrano altri feriti, mentre sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e la polizia municipale per effettuare i rilievi e le indagini del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

Torna su
VeronaSera è in caricamento