«È diventata un angelo», dolore per la morte di Alessandra Bertolani

Madre 30enne di tre bimbi, è deceduta nel terribile incidente stradale di Gazzo Veronese. Questa sera, alle 20, nella chiesa di Correzzo, il rosario per ricordarla

Alessandra Bertolani ed Enrico Saggioro (Foto Facebook - Enrico Saggioro)

Si terrà questa sera, 19 dicembre, alle 20, nella chiesa di Correzzo, a Gazzo Veronese, il rosario per Alessandra Bertolani, la madre 30enne di tre bambini deceduta martedì scorso, 17 dicembre, nel terribile incidente stradale avvenuto in via Crocetta a Gazzo.
Correzzo diventerà per un attimo il centro di un dolore che tocca tutta la provincia. Nella frazione di Gazzo, Alessandra viveva con il compagno Enrico e a Correzzo hanno un bar i genitori della giovane mamma. Ma la sofferenza è arrivata anche a Cerea, dove Enrico ha il ristorante Paglia e Fieno. Alessandra, martedì scorso, stava proprio tornando a casa da Cerea, dopo aver aiutato l'uomo che amava e con cui aveva generato tre figli, di 1, 2 e di 6 anni. Bimbi che ora dovranno crescere senza la mamma.

Ma c'è apprensione anche a Sanguinetto, il paese di origine dell'altra persona rimasta coinvolta nell'incidente, un uomo di 64 anni ancora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento a Verona. Sembra essere, ormai, fuori pericolo, ma nell'impatto ha riportato numerosi traumi. L'uomo, per il momento, è indagato e l'ipotesi di reato è omicidio stradale. Saranno gli accertamenti degli inquirenti, accertamenti ancora in corso, a stabilire se il 64enne ha delle responsabilità nella morte di Alessandra Bertolani.

E, infine, il dolore ha attraversato con intensità diverse, tutti coloro che hanno appreso della morte di Alessandra. Un dolore che è stato espresso personalmente ai genitori della 30enne e al suo compagno, oppure che ha preso la forma di messaggi scritti sui social network. «Una nuova stella da lassù protegge i suoi piccoli figli», ha scritto una conosciente. E un'altra ha scritto: «È diventata un splendido angelo, il suo sorriso dolce e contagioso era come un fiore meraviglioso, ti vogliamo bene cara Alessandra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento