Morta nello scontro di Gazzo Veronese, una madre 30enne di tre figli

Si chiamava Alessandra Bertolani la vittima del violento e drammatico incidente che si è consumato nel pomeriggio di martedì. Ricoverato all'ospedale di borgo Trento il 64enne alla guida dell'altra vettura

Un'immagine dell'incidente

Si è interrotta a soli 30 anni la vita di Alessandra Bertolani, la donna residente a Correzzo che nel pomeriggio di martedì è deceduta a Gazzo Veronese, in seguito ad un violentissimo incidente stradale. Si tratta dell'ottava vittima della strada nelle ultime due settimane in provincia di Verona. 

Non è ancora chiara la dinamica che ha portato allo scontro frontale tra la Fiat 500L di Alessandra e l'Oper Zafira condotta da un 64enne di Sanguinetto. I due veicoli, intorno alle 15.30, stavano percorrendo in senso opposto in via Crocetta, in località Albarelle di Maccari, quando sono entrati in contatto: dalla forza dell'urto, entrambe le auto sono finite nei fossati che costeggiano la carreggiata. 
A lanciare l'allarme sono stati alcuni residenti della zona che avevano udito il forte rumore dell'incidente e sono poi accorsi per dare una mano alle persone coinvolte. Già nei primo concitati momenti sarebbe sembrato chiaro che purtroppo per la 30enne non c'era già più niente da fare, mentre il guidatore dell'altra macchina sarebbe rimasto cosciente. Sul posto si sono dunque precipitati i vigili del fuoco, che si sono subito messi al lavoro per liberare il sopravvissuto, rimasto incastrato nell'abitacolo, ed affidarlo alle cure del 118, arrivato con ambulanza ed elicottero, che lo ha condotto d'urgenza all'ospedale di borgo Trento dopo averlo stabilizzato. Successivamente è stato estratto dalle lamiere il corpo di Alessandra, per la quale il personale medico non ha potuto fare altro constatarne il decesso.

Sono intervenuti sul luogo dell'incidente anche i carabinieri di Gazzo e Sanguinetto, i quali hanno chiuso la strada per consentire le operazioni di soccorso e avviato gli accertamenti per appurare le cause che hanno portato al drammatico frontale. Sul luogo dell'incidente è arrivato anche il compagno della donna, dalla quale aveva avuto tre figli di 1, 2 e 6 anni: l'uomo infatti si sarebbe preoccupato vedendo che Alessandra non rispondeva al cellulare ed è andato alla sua ricerca, apprendendo così la tragica notizia. 
La salma è stata poi trasportata all'ospedale Mater Salutis di Legnago, in attesa del nulla osta per celebrare il funerale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento