Incendio a Povegliano, porte e finestre chiuse anche a Villafranca: "Vietati eventi all'aperto"

Ordinanza del sindaco di Villafranca di Verona a seguito dell'incendio alla ditta Sev: "Tenere chiuse porte e finestre e qualsiasi altra apertura delle abitazioni, vietato consumare verdure ed ortaggi coltivati per uso domestico negli orti". Scattano i divieti anche a Castel d'Azzano

La colonna di fumo sul luogo dell'incendio a Povegliano Veronese

A seguito del notevole incendio sviluppatosi questa mattina, domenica 15 aprile, presso la sede della ditta Sev a Povegliano Veronesese, con innalzamento di una alta colonna di fumo che si è propagata anche nel territorio del Comune di Villafranca di Verona, anche il sindaco villafranchese Mario Faccioli ha diramato un'ordinanza specifica.

Stando alle ultime informazioni  disponibili, infatti, le operazioni di spegnimento non si esauriranno in giornata. La ditta Sev si occupa della gestione di rifiuti, in particolare carta, plastica ed altre sostanze, pertanto non è possibile stabilire con certezza la natura delle sostanze contenute nella nube di fumo che si è sviluppata in seguito al rogo.

Porte e finestre chiuse a Villafranca

Il Sindaco di Povegliano ha già comunicato che risulta essere presente sul luogo dell'incendio il personale dell'ARPAV per i rilievi del caso. Dal canto suo, lo stesso sindaco di Villafranca di Verona Mario Faccioli ha ordinato a sua volta «ai fini precauzionali e fino all'esito delle analisi in corso da parte di ARPAV»  a tutta la popolazione e su tutto il territorio comunale «di tenere chiuse porte e finestre e qualsiasi altra apertura delle abitazioni».

Divieto di consumare ortaggi coltivati a uso domestico

Nell'ordinanza del sindaco si sollecitano inoltre i cittadini a «tenere spenti i sistemi di aria condizionata ed ogni altra apparecchiatura che porti aria esterna nei locali». Infine anche per quanto riguarda il territorio di Villafranca è stato vietato «lo svolgimento di manifestazioni, o eventi all'aperto che comportino riunione di persone», così come anche è stato vietato «di consumare verdure ed ortaggi coltivati per uso domestico negli orti, raccolti dalla data odierna e fino a nuova disposizione». Infine, l'invito rivolto a tutti i residenti «ad adottare tutti i comportamenti utili e necessari ad evitare di esporsi o di respirare le emissioni derivanti dall'incendio». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ordinanza del sindaco a Castel d'Azzano

Nell'ultima ora una nuova ordinanza è stata promulgata anche dal sindaco di Castel d'Azzano Antonello Panuccio che, di fatto, intima alla popolazione locale di rispettate le medesime precauzioni e divieti già esposti per quel che riguarda il territorio di Povegliano e Villafranca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento