Immigrazione e lucciole, maxi blitz con sequestri

Sono 8 gli appartamenti requisiti e 3 le ordinanze di custodia cautelare

Immigrazione e lucciole, maxi blitz con sequestri
Otto appartamenti sequestrati e tre ordinanze di custodia cautelare in carcere. Questi sono i risultati del maxi blitz congiunto tra polizia municipale e carabinieri, scattato questa mattina contro il fenomeno della prostituzione e dell’immigrazione clandestina. Diversi i quartieri della città controllati tra cui Santa Lucia, Stadio e Ca’ di Cozzi, vicino via Mameli. Il valore degli appartamenti sequestrati è all’incirca di un milione e mezzo di euro. Le indagini hanno portato alla luce un giro di prostituzione messo in piedi da due italiani, madre e figlio. Questi, proprietari di diversi immobili,
concordavano contratti di locazione con extracomunitari e permettevano un giro di prostituzione, sia maschile che femminile, riscuotendo canoni più alti di quelli dichiarati. Nel corso dell’indagine era già stato confiscato un appartamento, e stamane a questo si è aggiunto il sequestro di altre  otto abitazioni oltre alle tre ordinanze di  custodia cautelare in carcere per altrettanti soggetti, emesse dal gip Monica Sarti su richiesta dei due pm Elvira Vitulli e Paolo Sachar. L’operazione congiunta è scattata alle sei di questa mattina e gli agenti, insieme ai militari dell’Arma, erano coordinati dal comandante del reparto operativo dei carabinieri, Sergio del Monte, e dal comandante della polizia municipale, Luigi Altamura. I?sequestri hanno interessato immobili di via Negrelli, Frà Giocondo, Ghetto, Morone, Dariff, Albere, Donizetti.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

  • La donna non cede al ricatto e lui pubblica sui social le sue immagini "hot"

Torna su
VeronaSera è in caricamento