Gita fuori porta, ma ha l'obbligo di soggiorno: scattano i domiciliari

I carabinieri lo hanno individuato a Cellore d'Illasi, dopo che si era recato fino a Padova. Così il 57enne, che non sarebbe nuovo a questi episodi, è stato arrestato e portato davanti al giudice

I carabinieri di Tregnago

I carabinieri della stazione di Tregnago stavano tenendo d'occhio i suoi spostamenti, visto che nelle scorse settimane era già stato “pizzicato” a circolare serenamente nel comune di Illasi. Peccato però che A.A., 57enne veronese con precedenti penali per reati contro il patrimonio, la persona e per violazioni in materia edilizia, urbanistica ed ambientale, fosse stato sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con Obbligo di Soggiorno nel Comune di Tregnago. 
I militari lo hanno quindi sorpreso alla guida della propria auto a Cellore di Illasi, dopo esser stato a Padova, senza l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria.
Vista quindi la reiterazione delle violazioni, A.A. è stato dunque dichiarato in arresto dagli uomini dell'Arma, con il giudice che poi ha convalidato il provvedimento e disposto la detenzione domiciliare. 

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento