Danise, militare morto di cancro per l'uranio impoverito: le sue ceneri disperse in mare

Gianluca Danise lottava da mesi contro un cancro all'ospedale di Borgo Trento ed è alla fine deceduto a Verona il 22 dicembre

In questi giorni di Natale, L'Arena riporta che dopo il funerale, il corpo del maresciallo dell'Aeronautica Gianluca Danise è stato cremato e le sue ceneri sono state sparse in mare, a Santa Marinella, suo luogo di origine. Così aveva deciso il militare che da 5 mesi era ricoverato nell'ospedale di Borgo Trento a Verona.

È morto di cancro il militare Danise: per l'Osservatorio la colpa è dell'uranio impoverito
Il primo maresciallo incursore dell'Aeronautica Militare aveva un cancro e, secondo Domenico Leggiero dell'Osservatorio Militare, la malattia era stata contratta a causa del contatto di Danise con l'uranio impoverito durante le missioni all'estero. Ricordiamo ad esempio che Gianluca Danise fu uno dei commilitoni che ricomposero i corpi delle vittime militari dell'attentato di Nassirya nel 2003, ma andò in missione anche in Kosovo e altre zone di guerra. Seppure di origini napoletane, il maresciallo incursore è stato di stanza a Villafranca dal 2007 al 2012, prima di congedarsi a causa del cancro.

 

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/cronaca/gianluca-danise-morto-cancro-uranio-impoverito-23-dicembre-2015.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/veronasera

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento