Gelati, aperitivi e assembramenti a Verona? Sboarina: «Non voglio vedere qui certe immagini, usate la mascherina»

«Non voglio vedere nella nostra città quelle immagini viste sui navigli di Milano e anche qui sono già arrivate delle segnalazioni in merito ad assembramenti e comportamenti non corretti sull'uso della mascherina», ha detto il sindaco di Verona

 

Primi giorni di parziale ritrovata libertà anche a Verona e non sempre le prescrizioni della "Fase 2" dell'emergenza coronavirus paiono essere state rispettate da tutti. In giro per la città ieri, venerdì 8 maggio, non sono mancate persone che, dopo l'acquisto di un genere alimentare d'asporto, lo hanno anche consumato sul posto o comunque non sono rientrati a casa o in ufficio per farlo. Né l'ordinanza regionale, né il Dpcm nazionale consentono il consumo sul posto dei prodotti acquistati d'asporto, così come vietano gli assembramenti di persone e, in particolare l'ordinanza regionale, impone di indossare la mascherina sempre quando ci si trova all'aperto e ovunque il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro.

A fronte forse anche di queste situazioni, diciamo così, non propriamente edificanti, rilevate da Corso Porta Borsari a via Cappello e lungo Ponte Pietra, dove il "distanziamentoo sociale" è apparso talvolta venire meno, il sindaco di Verona Federico Sboarina è intervenuto nella serata di ieri, venerdì 8 maggio, con un messaggio inviato ai cittadini veronesi.

«Consapevolezza, responsabilità e maturità, in poche parole non dobbiamo abbassare la guardia. - ha esordito il sindaco di Verona Federico Sboarina nel suo messaggio - Dobbiamo tenere le mascherine, dobbiamo portarle e portarle correttamente, dobbiamo usare i guanti ed evitare gli assembramenti, dobbiamo mantenere le distanze. C'è stato un momento in cui c'è stato chiesto di rimanere chiusi in casa e siamo stati bravissimi, oggi è il momento per poter fare tutte quelle cose che abbiamo incominciato a fare e vogliamo fare in via definitiva: riaprire i nostri bar e ristoranti, i nostri esercizi commerciali e riprenderci completamente la nostra vita. Per farlo dobbiamo avere degli atteggiamenti responsabili e maturi, non voglio vedere nella nostra città quelle immagini viste sui Navigli di Milano, ma anche qui sono già arrivate delle segnalazioni in merito ad assembramenti e comportamenti non corretti sull'uso della mascherina. Questa è l'unica arma, - ha quindi aggiunto il sindaco Sboarina - che dobbiamo utilizzare in modo consapevole, responsabile e maturo per sconfiggere definitivamente il coronavirus e riprenderci senza ricadute la nostra vita».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento