Furto alla mensa dei poveri "Barana", ora chiusa per "dare un segnale"

Il fatto è avvenuto martedì 13 dicembre, mentre i religiosi e volontari erano impegnati ad assistere alla Messa. Il sospetto è che gli autori del colpo siano da ricercarsi tra gli stessi frequentatori abituali del convivio

Immagine d'archivio

Lo scorso martedì 13 dicembre, il giorno di Santa Lucia, la mensa dei poveri "Barana" con sede in via Fincato a Verona, è stata colpita da un furto odioso, mentre i religiosi che si occupano di servire pasti caldi agli indigenti, circa 150 al giorno, erano impegnati nell'assistere alla Messa. Ne dà conto il quotidiano L'Arena che riporta una lunga intervista a Fra Antonio, il responsabile incaricato della comunità.

Quest'ultimo spiega che al momento la mensa è chiusa, poiché dopo un consulto all'interno del personale che gestisce il convivio e relativi superiori, si è scelto di mandare un segnale importante agli abituali frequentatori del posto. Forte è, infatti, il sospetto che proprio tra questi ultimi siano da ricercare i colpevoli del furto, poveri che rubano ai poveri insomma.

Ad accorgersi di quanto accaduto sono state le suore di rientro dalla funzione religiosa, mentre non sono stati diffusi i dettagli circa l'ammontare esatto del bottino. Quel che è quasi certo, è comunque che chi ha agito conosceva molto bene il posto, sapendo muoversi con discrezionalità ed efficacia, ma era anche molto probabilmente a conoscenza delle abitudini dei volonatari e religiosi che quotidianamente offrono il loro impegno verso il prossimo.

Ora sulla porta d'ingresso della mensa campeggia un cartello che riporta la seguente dicitura: "Martedì 13 dicembre sono venuti i ladri ed hanno rubato nel nostro convento. Per questo motivo la mensa è chiusa fino a data da destinarsi. Chiunque avesse informazioni sui responsabili è pregato di dirlo in portineria". La speranza di tutti è che in vista del Natale effettivamente qualcuno possa rivelare informazioni utili, magari proprio quegli stessi soggetti responsabili del furto che, nel frattempo, possano aver sviluppato la consapevolezza, oltre che della gravità, anche dell'assurdità del loro gesto criminale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento