Avesa, finti tecnici di Agsm. Municipale sul posto per verifiche e controlli

Per entrare nelle case usano la scusa di dover restituire soldi che i cittadini hanno pagato in più nelle bollette. Vigili urbani e Agsm chiedono di fare molta attenzione

La Polizia Municipale di Verona e Agsm hanno ricevuto alcune segnalazioni relative a falsi tecnici che questa mattina, 13 febbraio, hanno tentato di introdursi nelle case in zona Avesa. Il pretesto usato è stato quello di restituire dei soldi pagati in più dai cittadini nelle loro bollette.

Le persone contattate non si sono lasciate raggirare e non hanno dato credito alle parole dei sedicenti tecnici. Una pattuglia della Municipale si è anche recata in zona per verifiche e controlli, senza però individuare nessuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Polizia Municipale ed Agsm ricordano ai cittadini di prestare particolare attenzione a tutte le persone che cerchino di introdursi nelle abitazioni utilizzando pretesti più o meno credibili, segnalando i casi sospetti alle forze dell'ordine e ai gestori dei servizi per permettere verifiche ed interventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Un successo la spesa a Km Zero a domicilio dei produttori veronesi

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento