Qualità dell'aria, rientra l'allerta arancio. Le stufe si possono riaccendere

L'amministrazione comunale non smette comunque di consigliare ai cittadini di mantenere stili di vita e comportamenti rispettosi dell'ambiente

È rientrata l'allerta arancio per lo sforamento continuo del limite di Pm10 nell'aria di Verona. Termina dunque con oggi, 5 febbraio, il divieto di utilizzo impianti alimentati a legna o a pellet.

L'ultimo bollettino di Arpav ha rilevato un miglioramento della qualità dell’aria. Le concentrazioni di polveri sottili a Verona negli ultimi giorni sono state mediamente comprese tra i 15 e i 22 nanogrammi per metro cubo d'aria, quando il limite è di 50 nanogrammi.

L'amministrazione comunale non smette di consigliare ai cittadini di mantenere stili di vita e comportamenti rispettosi dell'ambiente, ricordando ad esempio di mantenere il riscaldamento domestico tra i 19 e i 20 gradi centigradi e di utilizzare il meno possibile l'auto privata.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Brucia un supermercato nella notte: domato l'incendio dopo ore di lavoro

  • Attualità

    Ludopatia, Corsa di Giulietta contro la dipendenza da gioco d'azzardo

  • Incidenti stradali

    Cade in moto a Sommacampagna: la Polizia municipale cerca testimoni

  • Politica

    Congresso Mondiale delle Famiglie, PD: «Diritti civili da rilanciare»

I più letti della settimana

  • A sbattere contro un'auto, morto giovane motociclista a Caprino Veronese

  • Ragazze violentate da una coppia veronese: inchiodati dai filmati del cellulare

  • Incidente in A4: una persona liberata dai vigili del fuoco e lunghe code

  • Masterchef: sfuriata Bastianich con Gilberto, il 23enne veronese «sorridente e irrispettoso»

  • Chiodi e puntine da disegno sulla pista ciclabile e gita rovinata: l'ira dei ciclisti

  • Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

Torna su
VeronaSera è in caricamento