Expo 2015, il Vinitaly di Verona portabandiera dell'Italia enologica

L'impronta di Veronafiere nel Padiglione dedicato all'eccellenza del vino e dell'olio.Il sottosegretario all'Agricoltura, Maurizio Martina: "Non si può che partire da qui per lo spazio dedicato"

"Per fare il Padiglione del vino e dell’olio italiano all’Expo non si può che partire da Vinitaly". Lo ha detto a Verona Maurizio Martina, sottosegretario di Stato al ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, con delega per l'Expo 2015, annunciando il nuovo progetto dello spazio "Vino e olio”, a firma Veronafiere-Vinitaly, allestito a fianco del Padiglione Italia all’Expo 2015. Un’area fortemente voluta dal ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Nunzia De Girolamo per dare giusta visibilità a una delle filiere dell’agroalimentare che meglio ci rappresentano all’estero. In termini di progettualità bisogna pensare in grande perché, come ha detto Martina "l’Expo non è semplicemente una 'Fiera al quadrato'. Per questo Vinitaly potrà creare qualcosa di nuovo e innovativo, capace di emozionare il visitatore".

"Vinitaly sarà portabandiera dell’Italia enologica – ha spiegato Martina – perché per svolgere questo ruolo occorre know how, ma anche quel profilo di indipendenza da qualsiasi interesse di parte che nessun altro può garantire. Veronafiere avrà la regia organizzativa dello spazio all’interno dell’Expo, ma anche di tutti gli eventi che faranno da trait d’union tra l’Expo di Milano e Verona". "Con 132 Nazioni accreditate e 20 milioni di visitatori previsti, l’Expo offre un’occasione straordinaria per il sistema Paese e il Governo Letta lo ha posto al centro dell’agenda politica per lo sviluppo e la promozione dell’Italia – ha puntualizzato l’onorevole Gianni Dal Moro –. Vinitaly, nel ruolo di pivot del vino italiano a livello internazionale, rappresenta la migliore chiave d’accesso per il 'Sistema Verona' all’appuntamento del 2015".

ASSE BOREAUX-VERONA PER ORGANIZZARE LE GIORNATE DEL VINO

"Il sottosegretario Martina ha finalmente dato un indirizzo preciso al percorso di avvicinamento ad Expo 2015. Verona con Vinitaly è in grado di rivestire un ruolo di primo piano e ci stiamo attrezzando con una serie di eventi culturali a Verona per intercettare una parte dei visitatori dell’Expo. Tra questi, un rilievo internazionale riveste la mostra su “Arte e Vino” in collaborazione con l’Ermitage di San Pietroburgo, dedicata al vino o della programmazione musicale areniana dedicata alla lirica e non soltanto. Tutta la città di Verona dovrà quindi attivarsi per attirare visitatori, sfruttando il collegamento diretto stradale e ferroviario. Un biglietto da visita del nostro paese e della nostra città, in una vetrina mondiale" ha affermato il sindaco di Verona, Flavio Tosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

  • Tamponamento tra auto e tir, sei feriti: uno è grave. Coinvolti due bambini

Torna su
VeronaSera è in caricamento