"Strade sicure", sono oltre 32mila le persone identificate dall'esercito

Nell'area che si estende da Verona a Trieste sono impegnati oltre 300 militari

Operazione "Strade sicure" a Verona

Più di 32mila persone identificate e 725 denunciate, 61.362 veicoli controllati, 46 arresti e 22 fermi. Sono questi alcuni dati riportati dall'Ansa in riferimento all'operazione "Strade sicure" in cui i militari del Raggruppamento Veneto-Friuli Venezia Giulia hanno concorso, con le forze di polizia, in attività di pattugliamento del territorio, dal 1 gennaio al 30 luglio 2019.

Un bilancio che viene fornito in occasione dell'11/o anno di attività di una operazione che vede attualmente impegnati in tutta Italia oltre 7.100 uomini dell'Esercito dislocati in 54 città.

L'area di competenza del Raggruppamento Veneto-Friuli Venezia Giulia su base 132 reggimento carri di Cordenons (Pordenone), spiega il Ten.col. Edoardo Zironi, si estende da Verona a Trieste, e vede impegnati oltre 300 militari. Tre gennaio e luglio, nell'area del capoluogo giuliano sono state identificate 16.189 persone e controllati 4.385 veicoli; 23 gli arresti e 531 le denunce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento