Esche avvelenate per cani e gatti a Colognola: è allarme sui social network

Un residente ha postato la foto di un'esca killer trovata dal proprio animale, allertando così gli altri amanti degli animali che hanno diffuso l'avviso, trovando anche i consigli di un veterinario

Nel comune di Colognola ai Colli è alta l'attenzione dei padroni di cani e gatti per un nuovo allarme riguardante i bocconi avvelenati. 

Nei giorni scorsi infatti è partito il tam-tam sui social network per alcuni wurstel contenenti veleno trovati nella zona di Monte. Un residente ha postato le foto sulla sua pagina Facebook e queste subito hanno fatto il giro dei gruppi locali della zona, trovando la solidarietà di molti concittadini. 
Numerose infatti sono state le parole di condanna suscitate dalla vicenda, tra le quali spicca il commento di un veterinario della zona che consiglia: "Mi sento però in obbligo di fornirvi un informazione tecnica importantissima che se applicata velocemente salverà la vita al vostro animale. Se avete la fortuna di vedere il vostro gatto o cane che mangia questi 'bocconi / esche' avvelenate somministrate immediatamente acqua ossigenata 10 volumi (quella che usiamo normalmente per la disinfezione). Un terzo/ quarto di flacone da 100 ml è più che sufficiente. Indurrete il vomito senza creare danni al vostro animale. Se riuscite a farlo rapidamente impedirete l'assorbimento del veleno. I gatti per motivi fisiologici sono molto più sensibili dei cani quindi l'intervento deve essere più tempestivo. Nel caso specifico il "deficiente" ha usato metaldeide. È un lumachicida micidiale per il gatto. Ovviamente contattate poi il vostro veterinario di fiducia per le valutazioni più opportune da adottare. Con queste sostanze il 'fai da te' non funziona molto! Perdonate la lungaggine ma questa piccola manovra potrebbe salvare la pelle al vostro animale".

Foto Agostino Milani-2

Il dottore ha poi proseguito: "E poi vi pregherei di mettere qualche cartello informando che ci sono esche avvelenate nella zona dove avete trovato le esche. L'informazione e la solidarietà tra proprietari di animali è l'unica arma contro la stupidità umana. Sono persone che devono muoversi nella solitudine e nottetempo come i ladri! Infatti sono delinquenti a tutti gli effetti. Si tratta di un reato penale che la legge punisce". 
Il residente che ha postato le immagini dei bocconi, ha scritto anche di aver regolarmente presentato denuncia, mentre nella zona sono stati affissi dei manifesti per informare la cittadinanza del problema. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Ospedali di Borgo Trento e di Negrar al top in Veneto per il tumore al seno

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • In arrivo il nuovo centro di distribuzione di Amazon al confine con Verona

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

Torna su
VeronaSera è in caricamento