EquiVerona al via: caccia ai 500mila euro per farla partire

La nuova agenzia di riscossione tributi si occuperà anche delle multe. Si dovrà partire entro gennaio 2014. Confermata intanto la "cura Paloschi" per ridurre le spese di uffici comunali e assessorati. Tutte le cifre

Sede di Equitalia, da gennaio si chiamerà EquiVerona

Si taglia agli assessori e i da' ad Equitalia. Che poi in città si chiamerà "Equiverona". Sempre di tasse si parla, comunque. Alla nuova agenzia di riscossione, andrebbero risorse per 500mila euro, utili a "registrarla" sull'Albo del settore tributi. La corsa per arrivare pronti all'appuntamento del 2014 (si parla di gennaio) è composto da riunioni frenetiche in cui assessori, segretari comunali, il comandante della polizia municipale, Luigi Altamura e i responsabili delle tasse locali si stanno confrontando. Bisognerà dunque rosoliere, come spiegano i giornali locali, il nodo delle multe. La riscossione delle quali dovrà essere prerogativa che dovrà rientrare in Equiverona. E che per ora, stando al decreto, non contiene. Però si fa già il nome di chi presiederà l'agenzia delle tasse. Si suppone sia Marco Gruberio, ex consigliere comunale e dirigente Amia.

Intanto la "cura Paloschi", dal nome dell'assessore al Bilancio incaricato di stilare una bozza per limitare le spese degli uffici comunali di piazza Bra, è stata confermata: 10 milioni di euro da trattenere rispetto al 2012.  Prima si partirà dagli stipendi. Poi toccherà alle spese di gestione delle varie sedi municipali. Che tradotto significa "bollette più leggere". Infine una sorta di "livella" per tutti gli assessorati. La "cura Paloschi" toccherà prima di tutti il sindaco e i settori di competenza (segreteria e direzione generale, staff e polizia municipale): la somma che non dovrà più uscire è fissata a due milioni e 870mila euro. I Servizi sociali dovrebbero segnare un decremento di oltre due milioni di euro. Poi giù, a cascata, su tutti gli altri assessorati: quello alle Partecipazioni, ambiente e personale, il più consistente a livello di budget, dovrà scendere da 112 a circa 110 milioni, ai Lavori pubblici saranno tagliati 500mila euro (alle Strade sono 230 mila), all'Istruzione 360mila, via dall'Economato 330mila euro e dall'ufficio del Bilancio altri 450mila. Poi sarà la volta del settore Urbanistica che dovrà sforbiciare 240mila euro, mentre non risentirà troppo la mancanza di 27mila euro il Commercio-Traffico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Due semafori abbattuti da auto: sanzionati un uomo e neopatentata positiva all’etilometro

Torna su
VeronaSera è in caricamento