Torna da Berlino e muore sulla Porcilana: il dramma di Enrico Selmo

Il ragazzo da un anno viveva in Germania, dove aveva trovato lavoro nel campo della ristorazione. Era la prima volta che tornava in Italia per salutare la sua famiglia

Una vita spezzata durante gli anni più belli, carichi di promesse e di aspettative, ecco cos'è successo a Enrico Selmo, giovane di appena 25 anni rimasto coinvolto in un frontale mortale a Caldiero, proprio durante le festività pasquali.

DA BERLINO A VERONA - Il ragazzo, stando a quanto racconta il padre, giunto questa mattina a Verona per le tragiche formalità burocratiche, era da un anno residente a Berlino. Il giovane aveva finito il suo corso di studi e aveva deciso di cercare fortuna all'estero, dove aveva trovato un impiego nel campo della ristorazione, proprio come succede a molti italiani in trasferta. Lavorava tanto e duramente ma, secondo quanto riferiscono i familiari, era felice della sua nuova vita in Germania. Era la prima volta, da quando aveva deciso di spostarsi nella capitale tedesca, che Enrico tornava in Italia: aveva visitato la casa del padre, poi era andato dalla madre e, insieme a lei, aveva fatto un salto a salutare la nonna materna. Poi la tragedia. La famiglia ora è distrutta e non sa come fare per ripartire. La data dei funerali non è stata ancora fissata, in attesa del nullaosta dopo il riconoscimento del corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento