Imprenditori veneti in Emilia per beneficenza

Parte domani mattina la prima struttura mobile al servizio delle popolazioni colpite prodotta dall'azienda veronese Intenda con l'ausilio di fornitori e partner

Un sostegno concreto agli sfollati dell'Emilia lo darà un azienda veronese di nome InTenda insieme ad altri partner veneti, che domani mattina invieranno a Medolla la prima struttura in soccorso della gente del luogo.

L'azienda, di proprietà di Gianfranco Creston e dislocata nella zona industriale di San Pietro di Legnago, da 20 anni produce coperture mobili in alluminio e PVC, coperture quindi più confortevoli e resistenti di una tenda. Con l'aiuto di alcuni fornitori e partner, verrà inviata domani una struttura alta 2,60 metri, lunga 20 metri e larga 6 metri, che servirà a dare rifugio a chi ha perso la propria abitazione o non può entrarvi perchè dichiarata inagibile. Vie di fuga e porte su tutti i lati sono ovviamente previste, così da fare in modo di essere pronti ad ogni evenienza.

Il sopralluogo del terreno dove sistemare l'impianto è già stato eseguito, così come il conteggio delle persone che potranno usufruirne. Questa è soltanto la prima delle tre strutture che verrà inviata in Emilia, la seconda partirà mercoledì per Finale Emilia e la terza probabilmente venerdì con destinazione Mirandola. 

 

 

Potrebbe interessarti

  • Kentucky Fried Chicken raddoppia a Verona, nuova apertura in Corso Milano

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Tetano, la bimba peggiora: «Me la prendo con chi diffonde bugie sui vaccini»

  • Dopo Israele e Regno Unito, Gardaland mette nel mirino il mercato cinese

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Morfina ad un neonato, l'imputata: «Mi è stato chiesto di prendermi la colpa»

Torna su
VeronaSera è in caricamento