Emergenza sicurezza a Porto San Pancrazio, Battiti: "Residenti preoccupati"

Nella conferenza stampa tenuta dall'associazione, si è parlato delle lamentele dei cittadini i quali lamentano situazioni di pericolo, degrado ed insicurezza soprattutto nell'area antistante gli ex-magazzini Officine-Ferroviarie

Furti e infrazioni a danno di cittadini e commercianti: l’emergenza sicurezza non si limita a Veronetta, altre zone della città vivono situazioni di forte disagio e conseguente instabilità, non ultima quella di Porto San Pancrazio. Questo l'oggetto della conferenza stampa tenuta dall'Associazione Battiti l'8 settembre, durante la quale il presidente Federico Sboarina, il Consigliere Daniele Polato e i Consiglierei di VII Circoscrizione Massimiliano Bartiromo, Antonio Fonte, Daniele Perbellini si sono fatti portavoce dei residenti della zona, chiedendo all'Amministrazione comunale provvedimenti efficaci ed immediati.
Gli esponenti dell'associazione hanno raccolto le preoccupazioni riportate nelle istanze dei residenti che lamentano situazioni di pericolo, degrado ed insicurezza soprattutto nell’area antistante gli ex-magazzini Officine-Ferroviarie, luogo che attualmente sarebbe frequentato ed occupato da soggetti abusivi accampati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si chiede al Sindaco quindi di portare all’attenzione del Prefetto e del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica la situazione che sta affliggendo Porto San Pancrazio e di disporre un maggior controllo delle forze dell'ordine sul quartiere - hanno detto nel corso della conferenza stampa -. Inoltre si richiede che vengono istallate 4 telecamere di videosorveglianza, che permetterebbero un controllo capillare della zona. A questo scopo si suggerisce di posizionarle nei seguenti punti chiave:

  1. Via Lazzaretto ingresso da Borgo Roma prima del canale Marrazza;
  2. Ponte Mariano Rumor con controllo degli accessi alle ciclopedonali; 
  3. Inizio Via G. Galilei dopo il sottopasso ferroviario; 
  4. Fine di Via G. Galilei in prossimità del sottopasso ferroviario direzione Corso Venezia e antistante agli ex magazzini Officine Ferroviarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • 'Ndrangheta in provincia di Verona dai primi anni '80: l'operazione scattata all'alba

Torna su
VeronaSera è in caricamento