Droga tra i banchi via sms. Due arrestati

Gli studenti di alcuni istituti ordinavano la "roba" con linguaggio cifrato

Droga tra i banchi via sms. Due arrestati
Un’organizzazione degna di un intelligence quella che stava dietro ad un traffico di sostanze stupefacenti all’interno di alcuni istituti scolastici veronesi. I giovani acquirenti ordinavano hashish o marijuana direttamente col cellulare usando un linguaggio criptato. Impossibile, per chi ascoltava la conversazione, capire che nelle chiamate e negli sms degli studenti si parlasse di droga.

Il inguaggio utilizzato era di diverso genere, riferito alla realtà scolastica, come ad esempio “portami due matite”, oppure “mia mamma mi ha preparato la merenda, ne vuoi un po’?”, ma anche di normale discussione, come “sta sera ho voglia di pizza”, o ancora, "portami 50 Cd". Oltre alle ordinazioni criptate, all’interno delle scuole si svolgeva anche la distribuzione degli stupefacenti durante gli intervalli.

Il quadro portato alla luce dalla squadra mobile della Questura di Verona è preoccupante, e fa capire quanto la diffusione di droga sia radicata anche in mezzo ai minori. Le indagini, denominate Green Street dal titolo di un cd della boy band rap "Plaza Firm", hanno portato all’arresto di due ventenni ed alla denuncia di altri sei giovani a piede libero, tra i quali sembra che ci sia anche un minorenne. La polizia ha anche identificato una cinquantina di acquirenti, e tra loro anche molti minori, che si rifornivano abitualmente di hashish e marijuana.

Sono state la Procura di Verona e la Procura dei minori di Venezia a coordinare l’operazione. Un’indagine lunga un anno che ha preso il via quando era stato scoperto un sedicenne che “gestiva” un giro di spaccio. Durante tutta l’operazione gli investigatori sono risaliti anche al centro di smistamento della droga, che aveva sede in una località del veronese, San Vito di Negrar. Inoltre, nel corso dei controlli é stato anche arrestato dalla squadra mobile di Mantova un giovane mentre cedeva 200 grammi di hashish. Infine, uno studente è stato trovato con alcune dosi di marijuana nello zaino di scuola.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento