Giallo all'ospedale di San Bonifacio: donna di 31 anni muore dopo il parto

Stando a quanto dichiarato dai medici che l'avevano in cura la giovane non soffriva di alcuna patologia particolare, gli stessi sanitari, allarmati, hanno infatti chiamato i carabinieri per far luce sulla faccenda. Domani con ogni probabilità avverrà l'autopsia

Malasanità o autentico giallo? Per il momento è ancora difficile da stabilire, ma una è certa: quanto accaduto ieri all'ospedale di San Bonifacio è una vera e propria tragedia, un caso che sembra aver allarmato gli stessi medici. Una donna di 31 anni, residente a Lonigo e originaria del Bangladesh, è morta nel suo letto d'ospedale ieri, a cinque ore dal parto. Un decesso inspiegabile che ha portato gli stessi dottori ad allertare i carabinieri.

L'INDAGINE - Ora sul caso indaga il pm Gennaro Ottaviano, che ieri ha immediatamente aperto un'inchiesta per scoprire i motivi dell'inspiegabile morte. Ha poi disposto l'autopsia che si svolgerà domani con ogni probabilità nell'istituto di medicina legale di borgo Roma. Quattro medici sarebbero già stati iscritti nel registro degli indagati tra i sanitari coinvolti nelle operazioni di parto con l'accusa di omicidio colposo. In realtà però si tratta di normale procedura in questi casi, un atto formale che permette ai medici di essere assistiti da un consulente nel corso dell'autopsia, in realtà fino a ieri nessuna responsabilità è stata riscontrata. Come perito della procura, il medico che concretamente effettuerà l'autopsia, sarebbe stato scelto un medico di Padova. Il pm Ottaviano ha incaricato il suo consulente di individuare i motivi della morte della partoriente e, soprattutto, se esiste un nesso causale tra le cure prestate durante e dopo il parto e il decesso della giovane.

SENZA PROBLEMI - Da quanto racconta il personale della struttura di San Bonifacio la donna non soffriva di alcuna patologia particolare e il trattamento riservatole dai medici non avrebbe previsto alcuna precauzione. Il parto stesso è avvenuto senza alcuna difficoltà, tant'è vero che la bimba gode tutt'ora di ottima salute. Le complicazioni sarebbero arrivate a pochi minuti dalla nascita. La donna ha mostrato presto segni di affaticamento, cui si sono rapidamente associati problemi respiratori. A quel punto la trentenne è stata trasferita nel reparto di cure intensive dello stesso ospedale, lì, nonostante i tentativi dei medici di tenerla in vita, è poi deceduta intorno alle nove.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ancora un incidente agricolo: il trattore si ribalta e un uomo perde la vita

  • Cronaca

    Ruba negli uffici dell'Ulss, poi si scaglia sugli agenti e fa danni in questura

  • Cronaca

    Regione, ecco il divieto per il burqa negli edifici pubblici e il Si alle pistole

  • Cronaca

    Alloggiati 11 profughi a San Zeno. Sboarina: "Non siamo stati avvisati"

I più letti della settimana

  • Si ribalta con il mezzo per l'asfaltatura: ferito grave un operaio a Garda

  • Ancora un incidente agricolo: il trattore si ribalta e un uomo perde la vita

  • Lite degenera nella notte. 38enne in prognosi riservata per un taglio alla gola

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel fosso: una donna ricoverata a Borgo Trento

  • Forti temporali previsti e la Regione Veneto lancia un nuovo allarme meteo

  • Incidente stradale a Sommacampagna: un'auto si ribalta alla rotonda

Torna su
VeronaSera è in caricamento