Dal 24 aprile anche Domitilla Ferrari sarà sul palco di TEDxVerona 2016

Rivelato il nome della terza speaker che prenderà parte all’evento in programma domenica 24 aprile al Palazzo della Gran Guardia

Dopo aver annunciato la partecipazione del rugbista Mauro Bergamasco e del fisico Giovanni Andrea Prodi, TEDxVerona svela la prima presenza femminile all’interno della selezionata cerchia di relatori protagonisti della terza edizione: si tratta di Domitilla Ferrari, scrittrice ed esperta di marketing digitale. Ferrari ha scritto "Due gradi e mezzo di separazione. Come il networking facilita la circolazione delle idee (e fa girare l’economia)" e "Se scrivi, fatti leggere. L’importanza della riconoscibilità in Rete".

Ha un Master in Business Administration all’Università Bocconi di Milano e una laurea in Psicologia della Comunicazione e del Marketing. Insegna Comunicazione Digitale al Master in Comunicazione delle Scienze della Facoltà di Fisica Galileo Galilei all’Università di Padova. Ha un progetto non-profit a favore dell’UNHCR, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, legato all’uso della sua presenza online.

Si va, nel frattempo, delineando anche la griglia di partner GOLD che affiancheranno TEDxVerona nell’edizione di quest’anno: aziende che hanno creduto e continuano a credere nel progetto TED e che desiderano appoggiare l’evento scaligero più innovativo dell’anno. E così si confermano ancora una volta partner di prima fascia, come anche nei due anni precedenti, CAD IT, Cattolica Assicurazioni e Wish Days, mentre a livello tecnico sarà ancora una volta FilmHand a supportare l’evento.

Un passo in avanti viene invece fatto da Quid che da Silver, nel 2015, diventa quest’anno partner GOLD, dimostrando ancora una volta quanto siano speciali alcune realtà imprenditoriali veronesi che, con caparbietà e dedizione, proseguono nel loro percorso di crescita, anche come sponsor.

Cos’è TEDxVerona?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’acronimo inglese TED (Technology Entertainment Design) è il nome di un’associazione non- profit californiana nata nel 1984, che ha come scopo quello di organizzare annualmente conferenze dedicate a “idee che meritano di essere diffuse”. Da qualche anno l’associazione concede la licenza per poter realizzare versioni locali delle conferenze TED, i TEDx appunto, che devono rispettare precisi standard. Sono poche le città italiane che finora hanno ottenuto tale licenza e fra queste Verona, il cui team, composto interamente da volontari, ha ottenuto l’autorizzazione ad organizzare un evento che proietterà ancora una volta la città scaligera in un contesto internazionale. Nell’ambito di TEDx Verona saranno combinate presentazioni dal vivo, performance artistiche e proiezioni video. L’obiettivo è quello di stimolare il dialogo tra i partecipanti, generare networking e favorire la costruzione di nuove relazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento