Pescantina, Reggiani lascia: "Contro di me qualsiasi volgarità"

La maggioranza non si ricompatta dopo aver sfiduciato il sindaco sulla bonifica di Ca' Filissine: "Persino i bambini strumentalizzati". Fra tre settimane arriva il commissario

Veduta aerea della discarica di Pescantina

Alessandro Reggiani diventa ex sindaco di Pescantina. La situazione in Consiglio comunale non è cambiata: la maggioranza, spaccata in due, ha visto persino alcuni finire all'opposizione sulla questione Ca' Filissine. A scatenare il bailamme in municipio è stato proprio il progetto sulla bonifica della discarica, ritenuto più nocivo del percolato che fra poco supererà le barriere impermeabilizzate. Ma Reggiani, prima di liberare il suo ufficio, ha voluto scrivere una lettera aperta a tutti, con cui ha lanciato stoccate da una parte all'altra: se la rende con gli attivisti del "Movimento Ambiente e Vita", se la prende anche con i suoi assessori che sarebbero stati "ingannati" da comitati politici non più interessati "al bene della comunità" ma solo alla "futura corsa elettorale" del 2014. Reggiani se ne va restando ancora fermo sulla sua convinzione, come riportano i quotidiani locali: la bonifica della discarica va portata avanti, poiché il disastro ambientale è alle porte.

Il sindaco, ormai ex, accusa ancor più pesantemente quando annuncia le strumentalizzazioni, insulti e volgarità che sarebbero state perpetrate per colpire l'opinione pubblica. A dargli manforte, nonostante anche lui stesso abbia contestato il primo cittadino, è il capogruppo di maggioranza Alberto Pallotti: "Fischietti, lenzuola appese ovunque, bambini che indossavano maschere antigas e cori. Su YouTube girano video in cui ci sono ragazzini in lacrime che non vogliono la discarica dietro casa. Ora i video sembrano scomparsi: probabilmente il risultato a cui volevano arrivare coloro che l'hanno pubblicato è stato già ottenuto. Ora si attende il commissario prefettizio che prenderà in mano l'amministrazione fino alle elezioni dell'anno prossimo. Reggiani lascerà completamente fra poco più di due settimane. Ma ci si aspetta anche una richiesta di risarcimento ai danni del Comune dal parte di Daneco, società che gestisce l'impianto di Ca' Filissine. le pratiche sarebbero, anzi, già state avviate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

Torna su
VeronaSera è in caricamento