Derubano una coppia di sposini sul treno: ladri in manette a Peschiera

Si erano impossessati del bagaglio di due turisti cinesi in luna di miele e di quello di un altro viaggiatore, ma le loro mosse non sono sfuggite al personale di Protezione Aziendale Trenitalia

Due ladri di origine maghrebina sono finiti in manette per mano della Polizia Ferroviaria di Peschiera del Garda, dopo aver messo a segno alcuni furti, tra i quali uno ai danni di una giovane coppia.  

Due turisti cinesi in "luna di miele" stavano viaggiando a bordo del treno EC37, che da Milano conduce a Venezia, quando hanno deciso di concedersi un sonnellino in attesa di arrivare nella città lagunare.
I novelli sposi non sapevano però di essere stati presi di mira, come altri turisti tra Brescia e Peschiera del Garda, da due malintenzionati nordafricani che, con un'accorta strategia, avevano percorso le carrozze del treno scrutando i bagagli riposti sulle cappelliere.
Fortunatamente al personale di Protezione Aziendale Trenitalia, che effettua uno specifico servizio di prevenzione coordinato con la Polfer, non era invece sfuggito il comportamento sospetto dei due maghrebini, che sono stati tenuti sotto controllo da lontano.

All'arrivo del treno nella stazione di Peschiera del Garda, i malviventi, con estrema disinvoltura, si sono guadagnati l'uscita impadronendosi dello zainetto dei due sposini, che non si erano accorti di nulla, e di un altro viaggiatore straniero.
A vigilare sulla sosta del treno, però, vi erano gli agenti Polfer, ai quali il personale di Trenitalia ha segnalato i ladri, che sono stati bloccati tempestivamente, prima ancora di raggiungere l'atrio della stazione.

Fermati ancora in possesso degli zainetti rubati, all'interno dei quali vi erano ingenti somme di denaro, carte di credito e tutti i documenti delle vittime, i due autori dei furti sono finiti in manette e, su disposizione del Pubblico Ministero Rombaldoni, condotti presso le celle di sicurezza del Settore Operativo Polfer di Verona Porta Nuova, in attesa di essere condotti davanti al Giudice per l'udienza di convalida e rito "direttissimo", fissata per la mattina successiva alle ore 10.30. Per i due così è arrivata una condanna di 6 mesi di reclusione, con pena sospesa, e 200 euro di multa. 

La refurtiva invece è stata subito restituita ai derubati, i quali hanno manifestato la loro soddisfazione e gratitudine verso l'operato della Polfer, che ha permesso loro di aggiungere al viaggio di nozze un esperienza "fuori programma" con tanto di lieto fine e foto con gli agenti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Sanità, nascono in Veneto i team di assistenza primaria: «Facilitare l'accesso alle cure»

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

I più letti della settimana

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • A una settimana dallo scontro con uno scooter, si è spento Alvise Trincanato

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Tragedia sulla SR450, tre ragazzi investiti da un'auto: due 20enni morti

  • Stroncata da una malattia durante una vacanza: 17enne muore in Grecia

  • Aggressione con arma bianca a Verona: una persona in codice rosso

Torna su
VeronaSera è in caricamento