Hellas Verona, dirigenti aggrediti. Identificati e denunciati 8 tifosi dell'Avellino

Per loro le accuse sono di violenza privata e danneggiamento per aver accerchiato e lanciato una bottiglia contro la macchina in cui viaggiavano Setti, Toni e Barresi

La svolta positiva era arrivata pochi giorni fa con l'individuazione del responsabile del lancio della bottiglia contro l'auto dei dirigenti dell'Hellas Verona prima della partita con l'Avellino. L'Ansa oggi, 15 febbraio, comunica l'identificazione e la denuncia di 8 tifosi irpini per violenza privata e danneggiamento. Un altro passo in avanti nelle indagini della Digos di Avellino.

I reati contestati agli 8 ultras riguardano i fatti avvenuti prima della partita tra Avellino ed Verona, quando il presidente gialloblu Maurizio Setti e i due dirigenti Luca Toni e Francesco Barresi stavano raggiungendo lo stadio e la loro auto è stata accerchiata da un gruppo di tifosi biancoverdi. Uno di loro ha anche lanciato una bottiglia che ha rotto il finestrino dell'auto e colpito al ventre il presidente Setti.

Una vicenda che ha scatenato anche polemiche con interrogazioni parlamentari e botta e risposta tra Luca Toni, tifosi dell'Avellino e comandante della Polizia municipale irpina per le dichiarazioni rilasciate dal dirigente dell'Hellas, secondo cui alcuni vigili non sono intervenuti pur avendo assistito alla scena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento