Denunciato per "guida in stato di ebbrezza" il giovane protagonista nel frontale di Veronella

Nell'occasione lo scorso 14 dicembre persero la vita due donne, madre e figlia

Incidente a Veronella

Si trova ancora in ospedale il ragazzo di Albaredo d'Adige indagato per la morte di due donne, madre e figlia entrambe di origine romena, avvenuta nel tremendo incidente stradale dello scorso 14 dicembre a San Gregorio di Veronella, lungo la Strada Provinciale 7. Mentre il giovane si trova ancora in prognosi riservata e lotta per riprendersi nel reparto di Terapia Intensiva a Borgo Trento, ad aggravarsi sarebbe però, sotto il profilo giudiziario, il quadro accusatorio nei suoi confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ad essere indagato per "omicidio stradale", infatti, secondo ciò che riferisce Stefano Nicoli dalle pagine del quotidiano L'Arena, le analisi del sangue del ragazzo avrebbero fornito un responso positivo, evidenziando un tasso alcolemico pari a 1,34 grammi per litro. Alla luce di ciò, pertanto, il 22enne che la sera del 14 dicembre scorso si trovava alla guida della Volkswagen protagonista nel fatale scontro con la Peugeot, sarebbe stato denunciato per "guida in stato di ebbrezza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento