Progetto “Città Cardioprotetta”: inaugurato il defibrillatore a Le Corti Venete

Dopo l'inaugurazione questa mattina del defibrillatore installato alle Corti Venete, sono 8 i DAE disponibili a San Martino Buon Albergo nell'ambito del progetto "Città Cardioprotetta"

È stato inaugurato questa mattina il defibrillatore posizionato nelle galleria centrale del centro commerciale Le Corti Venete, a San Martino Buon Albergo. Il nuovo apparecchio si aggiunge agli altri sette già installati nel territorio sanmartinese nell’ambito del progetto ”Città Cardioprotetta” promosso dal Comune. All’inaugurazione erano presenti il sindaco Valerio Avesani, il direttore de Le Corti Venete Simone Grisi, il direttore di Iper Roberto Sartoretto, il vicesindaco Franco De Santi e l’assessore alle Attività Produttive Davide Brusco e  i volontari della Croce Blu che hanno fatto una dimostrazione sull'uso del defibrillatore.

Nei fine settimana, lungo la galleria del centro commerciale, passano in media circa 15mila persone al giorno. “Non è mai successo che dovesse servire un defibrillatore, ma le statistiche dicono che i problemi cardiovascolari sono molto diffusi e noi vogliamo essere pronti nel caso qualcuno si sentisse male – afferma Grisi -. La scelta di acquistare un defibrillatore è scaturita anche dalla sensibilizzazione sull'argomento da parte dell’amministrazione comunale, che ha invitato i privati a dotarsi di simili attrezzature, in modo da sviluppare sul territorio un'area cardioprotetta che sia il più ampia possibile”. La Croce Blu sta formando il personale di sicurezza e di direzione de Le Corti Venete all'utilizzo del defibrillatore. “Al termine di questo percorso saranno in totale 12 le persone formate, intendiamo avere per ogni turno almeno tre persone in grado di usare l’apparecchio DAE”, aggiunge il direttore.  

Il presidente della  Croce Blu San Martino Onlus Cristian Ferro invita “i cittadini a partecipare ai nostri corsi di primo soccorso. L’obiettivo è quello di formare quante più persone possibile, per questo siamo spesso presenti a Le Corti Venete per promuovere i corsi BLSD (Basic Live Support and Defibrillation) e le manovre di rianimazione cardio-polmonare”.

I defibrillatori sono mappati sul sito www.118verona.it. Quello de Le Corti Venete si aggiunge altri sette defibrillatori installati a San Martino Buon Albergo. I DAE sono stati collocati nel parcheggio del Municipio, all’esterno della palestra del centro sportivo Ugo Pozzan, nelle scuole Todaro (quartiere di Case Nuove), Salvo D’Acquisto (Borgo della Vittoria) e Barbarani (in centro storico). Infine due dispositivi sono stati installati al centro sportivo del Parco Olimpia, in Borgo della Vittoria.

“Abbiamo deciso di investire sulla cardioprotezione dei cittadini, rendendo sicuri gli istituti scolastici e le palestre, con l’obiettivo inoltre di diffondere tra i giovani e gli sportivi la cultura della prevenzione”, spiega il sindaco Valerio Avesani, che sottolinea: “Quello de Le Corti Venete è un segno di grande civiltà. Invito anche altre aziende a prenderne esempio installando nelle proprie sedi questo importante apparecchio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento