Violenze e minacce per costringere la 22enne a prostituirsi: arrestato

La vittima ha trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri che, al termine dell'indagine, hanno messo le manette ai polsi del 28enne romeno, dopo averlo rintracciato a Roma

Immagine generica

Una serrata indagine ha portato i carabinieri della stazione di Verona Principale, nella giornata del 27 gennaio, ad arrestare un cittadino romeno 28enne con precedenti, con l'accusa di sfruttamento della prostituzione. 
Stando a quanto riferito dall'Arma, il giovane avrebbe costretto una connazionale di 22 anni a prostituirsi lungo le strade scaligere con continue violenze e minacce, fino a quando la vittima non ha deciso di chiedere aiuto alle forze dell'ordine. I militari avrebbero così rintracciato il 28enne a Roma, dove, con l’aiuto dei colleghi della stazione di Tor Bella Monaca, lo hanno catturato ed accompagnato presso il carcere di Regina Coeli.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento