Sboarina: «Riapriamo le aree giochi di 19 parchi grazie ad Amia, esercito e vigili del fuoco»

Novità anche per quel che riguarda i mercati cittadini che potranno tornare ad ospitare tutte le categorie merceologiche

 

Il sindaco di Verona Federico Sboarina nel corso del punto stampa odierno, martedì 19 maggio, dedicato alla gestione dell'emergenza coronavirus ha annunciato due novità: «Per quanto riguarda i mercati, fino alla settimana scorsa era possibile la vendita solo di generi alimentari, prodotti florovivaistici e vestiti per bambini, ma da questa settimana c'è la possibilità di allestire i mercati nella loro interezza e per tutte le categorie merceologiche, ovviamente ci sono dei protocolli da rispettare per fare in modo che si impediscano gli assembramenti che sono tuttora vietati».

Il primo cittadino scaligero ha quindi affrontato il tema dei "parchi gioco" cittadini che, secondo le norme del Dpcm, devono sottostare ad un rigoroso protocollo per quel che riguarda la possibilità di fruizione delle aree attrezzate: «Tante famiglie aspettavano la riapertura dei parchi con le aree giochi disponibili, più di 100 con 3mila elementi a Verona. Le linee guida tuttavia rendono di fatto impossibile l'apertura delle aree giochi nei parchi e molte città hanno deciso di tenerle chiuse. Noi non ci siamo fermati, ma è chiaro che sanificare 3mila elementi ogni giorno è impossibile. Abbiamo però contattato ieri Amia, esercito e vigili del fuoco che ringrazio, - ha quindi aggiunto Sboarina - perché ci hanno dato la disponibilità a sanificare le aree attrezzate di 19 parchi, aree giochi per i bambini che quindi già per questo weekend dovrebbero essere disponibili. Ovviamente le aree attrezzate da riaprire le abbiamo scelte nelle varie Circoscrizioni di Verona, per consentire a tutti i cittadini di avere almeno uno, due o tre punti di riferimento all'interno del proprio quartiere».

Riapertura dei mercati con tutte le categorie di merci in vendita

L'Ass. al Commercio del Comune di Verona Nicolò Zavzarise ha quindi specificato che a partire da giovedì 21 maggio (festa del Patrono San Zeno ndr) riapriranno nella loro interezza, quindi con tutte le categorie di merci a disposzioni, «i mercati di Santa Lucia, Golosine, Parona, Madonna di Campagna, a cui poi seguiranno i mercati del venerdì Saval, Montorio e Veronetta, fino ad arrivare al mercato del sabato allo Stadio con ben 261 banchi che è il più grande e quello sul quale bisognerà fare più attenzione». L'Ass. Zavarise ha quindi specificato che «sicuramente verrà mantenuto l'obbligo della mascherina, sia per gli operatori che per i clienti, inoltre sarà necessaria o l'igienizzazione delle mani o l'uso dei guanti».

Un'importante novità annunciata dall'Ass. Zavarise è poi quella che riguarda gli accessi: «Non ci sarà più alcun numero limitato di accessi, resta il divieto di assembramenti ma non ci sarà più un limite agli ingressi, pur mentenendo i controlli perché non si verifichino sovraffollamenti». Per quel che riguarda le modalità di vendita, sarà possibile effettuare gli acquisti solo lungo il lato frontale del banco, ma non lun fianchi laterali, questo proprio per evitare che il venditore e l'acquirenti giungano ad una distanza troppo ravvicinata e si evitino anche gli assembramenti. Infine, non vi sarà più la perimetrazione del mercato, ma verranno stese delle corde ben visibili tra i banchi, questo sempre per mantenere i mercati più ordinati e controllati.

I 19 parchi di Verona con le aree giochi utilizzabili

L'Ass. Marco Padovani ha quindi a sua volta ringraziato per la disponibilità Amia, l'esercito e i vigili del fuoco che di volta in volta effettueranno le procedure di sanificazioni delle aree attrezzate per i bambini nei 19 parchi giochi di Verona dove saranno riaperte. Lo stesso assessore ha quindi elencato i parchi dove i giochi, già durante il fine settimana probabilmente, torneranno ad essere fruibili: «Riapriremo nella Prima circoscrizione il parco giochi "Raggi di Sole", "Corte del Duca" e "Santa Toscana" e l'area giochi del Bastione di San Procolo; in Seconda circoscrizione andremo a riaprire il parco delle Colombare, il parco giochi Valdonega e il parco giochi dell'Arsenale; in Terza circoscrizione apriremo due parchi giochi molto importanti come il "Disco volante" in via Brunelleschi e quello di via Brigata d'Aosta a San Massimo; in Quarta circoscrizione apriremo via Murari Bra e via Santuario della Salute a Madonna di Dossobuono; in Quinta circoscrizione apriremo i giochi sia in parco San Giacomo che nel parco Santa Teresa; in Sesta circoscrizione apriremo le aree nel parco San Felice di via Belvedere; in Settima circoscrizione il parco di Achille Forti e il parco di Bosco Buri; in Ottava circoscrizione abbiamo scelto Montorio, Poiano e Santa Maria in Stella con il parco giochi di via dei Tigli, l'area giochi di via Bakhita e il parco giochi "Paradiso delle stelle"». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento