Positivi al coronavirus, nuova impennata a Verona: 425 casi e 35 ricoveri in intensiva

La provincia di Verona fa registrare l'incremento più alto di sempre con 61 nuovi casi di soggetti positivi al virus. Crescono anche i ricoveri, mentre in Veneto i positivi sono 2.473

Tende fuori dall'ospedale

Secondo gli ultimi dati forniti dalla Regione Veneto e aggiornati alle ore 8 di oggi, lunedì 16 marzo, i soggetti positivi al coronavirus "Sars-CoV-2" sono attualmente 2.473 su tutto il territorio regionale, facendo così registrare un'impennata di +227 casi. Per la terza volta di fila, l'incremento maggiore lo si registra proprio nella provincia di Verona dove il trend di crescita è arrivato a toccare quota 425 casi, ben 61 in più rispetto ai dati ieri sera. La provincia di Verona resta quindi terza in tutto il Veneto per numero di soggetti positivi al virus, seguendo da vicino quella di Treviso (452) e più distante quella di Padova (633, escluso il cluster di Vo' che conta altri 82 casi).

Per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri in tutto il Veneto si è saliti a 498 in area non critica (+11 rispetto a ieri sera), mentre i degenti che necessitano di cure in terapia intensiva sono nel complesso 156, rispetto ai dati di ieri 20 soggetti in più. Per quel che concerne nello specifico la provincia veronese, si registra parimenti un aumento dei ricoveri che nel complesso sono saliti a 157 totali (+24), di questi 122 in area non critica (+12 rispetto a ieri sera) e 35 nelle terapie intensive (+12 rispetto a ieri). 

I pazienti attualmente ricoverati negli ospedali veronesi sono così distribuiti: 45 pazienti in area non critica a Borgo Roma (+8) e 12 in terapia intensiva (+1), altri 12 ricoveri all'ospedale di Borgo Trento in terapia intensiva (+10 rispetto a ieri sera), quindi 10 ricoveri in area non critica all'ospedale di Legnago (+2) e 4 in terapia intensiva, altri 2 ricoveri all'ospedale di San Bonifacio in area non critica e 5 all'ospedale di Villafranca di Verona sempre in area non critica. Restano poi stabili i dati riferiti all'ospedale "Sacro Cuore Don Calabria" di Negrar dove i ricoverati in area non critica sono sempre 49, mentre quelli in terapia intensiva sono 6. Infine, in leggero aumento i ricoveri all'ospedale Pederzoli di Peschiera del Garda, dove in area non critica troviamo 11 pazienti (+2 rispetto a ieri) e 1 ricovero in terapia intensiva (ieri non ve n'era alcuno).

Per quanto riguarda i dimessi, a Verona sono saliti a 9 quelli in Borgo Roma (+1) e a 2 quelli a Negrar (+1), mentre in tutto il Veneto si è arrivati a quota 130 rispetto ai 123 di ieri sera. Crescono purtroppo anche i decessi con 3 nuovi morti, 2 a Treviso e 1 a Montebelluna, per un totale di 69 in tutta la regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(FONTE DATI REGIONE VENETO)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento