Coppia accusata di sevizie e violenze sessuali, chiesti 30 anni di carcere

Il pubblico ministero ha chiesto 18 anni di carcere per Mirko Altimari e 12 anni per la moglie Giulia Buccaro. Ma per gli avvocati difensori i rapporti erano consenzienti

Le ragazze erano minacciate con un taglierino (foto di repertorio)

Ieri, 21 gennaio, si è tenuta un'importante udienza del processo con rito abbreviato che vede imputati Mirko Altimari e la moglie Giulia Buccaro. Lui, 31enne, è accusato di aver sequestrato e stuprato tre ragazze. E due dei tre episodi si sarebbero consumati con la complicità della consorte di 28 anni. Nell'udienza di ieri, come riportato da Laura Tedesco sul Corriere di Verona, il pubblico ministero ha formalizzato le richieste di pene per i due imputati: 18 anni di carcere per Mirko Altimari e 12 anni per Giulia Buccaro. Richieste che tengono conto del rito abbreviato scelto per il processo, il quale offre la riduzione di un terzo della pena in caso di condanna. Confermate, inoltre, le richieste di risarcimento dei danni subiti dalle tre vittime, le quali si sono costituite parti civile e che alla coppia chiedono complessivamente 250mila euro.

Nelle quattro ore di udienza, accusa e difesa si sono fronteggiate. I due imputati hanno ribadito la teoria secondo cui le tre giovani, adescate attraverso annunci di ricerca di una baby-sitter, sarebbero state consenzienti. In sostanza, si sarebbe trattato di sesso a pagamento, il cui compenso sarebbe stato contrattato tra la coppia e le ragazze tramita messaggi via telefono.
Opposta invece la tesi della Procura, secondo cui Altimari e Buccaro avrebbero tratto in trappola le malcapitate, trascinandole in un luogo appartato a Poiano ed obbligandole, sotto la minaccia di un taglierino, a subire sevizie e rapporti sessuali. Incontri che sarebbero stati ripresi dalla coppia per ricattare le vittime e costringerle al silenzio. Silenzio rotto da una 20enne che proprio un anno fa si è rivolta alla polizia di Verona, dando il via alle indagini che portarono agli arresti di Altimari e Buccaro, ritenuti poi responsabili di almeno altri due casi simili ed emersi in seguito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sentenza del giudice è in programma per il mese prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Morta tra le fiamme in auto dopo lo scontro: si indaga sulla dinamica

  • Morte di Micaela Bicego, l'autopsia avvalora l'ipotesi del suicidio

Torna su
VeronaSera è in caricamento