Bagarini fuori dall'Arena durante i Wind Music Awards: denunce, sequestri e multe salate

Nove provvedimenti di "Foglio di via obbligatorio" emessi dalla polizia di Verona a seguito dell'attività di controllo antibagarinaggio in occasione dei Wind Music Awards

La polizia in piazza Bra per i controlli all'esterno dell'Arena

In occasione dei Wind Music Awards 2018, la Divisione Anticrimine e la Squadra di Polizia Amministrativa della Questura di Verona, su ordinanza del Questore, hanno effettuato in Piazza Bra, servizi finalizzati al contrasto della vendita e della contraffazione dei titoli di accesso, nonché al commercio non autorizzato di prodotti riconducibili all’evento musicale.

L’attività, prevista per le giornate di lunedì 4 e martedì 5 giugno, è stata svolta dalla Polizia di Stato in collaborazione con il personale della Guardia di Finanza e della Polizia Locale. Gli accertamenti, posti in essere nelle due serate, hanno condotto all’emissione di nove provvedimenti di Foglio di via obbligatorio, tutti nei confronti di soggetti con precedenti specifici di polizia, nonché al sequestro amministrativo di 14 tickets d’ingresso al concerto e di due cartelli che proponevano la vendita di tali biglietti. Oltre a questo sono stati sequestrati alcuni braccialetti luminosi a un uomo di origini napoletane cui è stata erogata, dalla Polizia Municipale, una sanzione amministrativa pari a 5.164 euro.

polizia piazza bra

Oltre al sequestro di materiale, gli uomini della Questura hanno erogato sanzioni amministrative per un totale di 300 euro, cui si aggiungono i provvedimenti adottati dalla Guardia di Finanza che ha proceduto al sanzionamento di altri due cittadini italiani, sorpresi mentre vendevano oggettistica senza alcuna licenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante l’attività di controllo, inoltre, gli agenti della Questura di Verona hanno denunciato in stato di libertà l'italiano C. R., nato a Niscemi (CL) nel 1960 e residente a Verona, per i reati di "Resistenza e Oltraggio a Pubblico Ufficiale". A carico dello stesso, con precedenti specifici di polizia, è stata emessa, ieri pomeriggio, la misura dell’Avviso Orale da parte del Questore, un provvedimento di carattere preventivo col quale il destinatario è stato invitato a tenere una condotta conforme alla legge per il futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

  • Nuova ordinanza del sindaco di Verona contro movida e assembramenti: il testo completo

Torna su
VeronaSera è in caricamento