Omicidio Tommasoli, anche per Corsi e Vesentini condanne definitive

La Cassazione ha confermato le pene di sei anni e otto mesi di reclusione per gli ultimi due imputati. Complessivamente gli imputati erano cinque e sono stati tutti giudicati colpevoli

Tomba di Nicola Tommasoli (Foto di repertorio)

Sono arrivate in tempi e modi diversi, ma sono arrivate tutte la condanne ai cinque imputati per l'omicidio del 29enne Nicola Tommasoli, delitto avvenuto in Corticella Leoni a Verona nel maggio 2008.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due imputati, Federico Perini e Nicolò Veneri, tra buona condotta e sconti di pena hanno ormai saldato la condanna ad undici anni e un mese di carcere. Pena che un terzo imputato Raffaele Delle Donne, ha iniziato a scontare dallo scorso febbraio. Delle Donne dovrà passare a Montorio altri quattro anni.
Le ultime due condanne sono state da poco confermate dalla Cassazione, come riportato da TgVerona. Riguardano Guglielmo Corsi e Andrea Vesentini, già giudicati colpevoli in Appello. Per Corsi e Vesentini sono state confermate le pene di sei anni e otto mesi di reclusione a testa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento