Bar rumorosi, non solo in centro. Clienti maleducati alle Golosine e S.Lucia

Le segnalazioni sono arrivate al presidente della quarta circoscrizione Paolo Rossi, che parla di anticipare l'orario di chiusura dei locali che non sanno controllare la clientela molesta

Tra sentenze del Tar e voglia di confronto tra esercenti e residenti, la polemica sui locali rumorosi si sposta dal centro di Verona ai suoi quartieri. 

Al presidente della quarta circoscrizione Paolo Rossi sono giunte numerose segnalazioni di bar dove gli schiamazzi nelle ore notturne tolgono i sonno ai cittadini che vivono nelle vicinanze. A L'Arena, Rossi ha parlato di risse tra ubriachi alla Caffetteria Dolce&Amaro, clienti rumorosi e sosta selvaggia nei pressi del bar Vip e altri comportamenti spiacevoli dei frequentatori del bar Nuovo. Al presidente si è aggiunto anche il consigliere della quarta circoscrizione Alberto Padovani che segnala confusione nelle ore notturne al Caffè L'Incontro di via Bassa.

Casi in cui i fastidi maggiori arrivano dalla maleducazione dei clienti piuttosto che dalla musica del locale, come accaduto a Verona dove il Tar ha definito proporzionata la pena della sospensione delle attività musicali per uno o due mesi per quei locali che non rispettano il regolamento sul rumore. Per questo Paolo Rossi ha parlato di sanzioni diverse, come ad esempio anticipare l'orario di chiusura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

Torna su
VeronaSera è in caricamento