Il Cimitero verticale non sorgerà a Fondo Frugose, la maggioranza cerca un'alternativa

Giovedì sera è stata votata all'unanimità, con 30 voti favorevoli, la parte del documento che esprime “la volontà di non procedere ad approvare la variante richiesta, ritenendo l’area di Fondo Frugose non idonea ad ospitare la realizzazione del progetto"

All’unanimità, con 27 voti contrari, il Consiglio comunale ha respinto giovedì sera la variazione di bilancio per l'alienazione, alla ditta Cielo Infinito di Milano, di un terreno in località Fondo Frugose a San Michele Extra, e la contestuale adozione di variante urbanistica.
“L’argomento oggetto della delibera, predisposta nell’ottobre 2014 – ha spiegato l’assessore al Patrimonio Pier Luigi Paloschi - è stato approfondito nel corso delle commissioni competenti che si sono tenute nell’ultimo anno. Oggi, con questa votazione, andiamo a concludere l’iter del bando di gara che era stato predisposto per la vendita del terreno”.
Già dagli esordi era evidente che la delibera non stava in piedi – ha replicato il capogruppo del Pd Michele Bertucco - e che in diversi punti non collimava con le leggi in vigore riguardanti la costruzione e la gestione dei servizi cimiteriali”. Per il capogruppo di Forza Italia Daniele Polato “questa proposta di delibera che i cittadini ritengono aberrante va contro la tradizione del nostro territorio e contro i bilanci di Agec”.
“Il documento – ha dichiarato il capogruppo del Movimento 5 stelle Gianni Benciolini – va in contrasto con limiti e obblighi previsti dalla normativa cimiteriale, per questo come abbiamo sempre detto voteremo contro”.
Il Consiglio comunale, su richiesta del capogruppo di Forza Italia Daniele Polato, aveva già esaminato (prima di trattare la delibera collegata) la mozione “Cimitero verticale”, presentata dal capogruppo della Civica per Verona Massimo Piubello, suddividendola in due stralci e procedendo con due votazioni separate. All’unanimità, con 30 voti a favore, era stata approvata la parte del documento che esprime “la volontà di non procedere ad approvare la variante richiesta, ritenendo l’area di Fondo Frugose non idonea ad ospitare la realizzazione del progetto Cimitero Verticale”; con 17 voti a favore e 13 contrari era stato approvato lo stralcio che “impegna il Sindaco e la Giunta a presentare un’eventuale proposta alternativa”.
“Dopo mesi di dibattito – ha spiegato il capogruppo della Civica per Verona Massimo Piubello – si arriva ad una posizione chiara e netta, mettendo una pietra tombale sulla variante dell’area di Fondo Frugose, non idonea per motivi di impatto ambientale e mancanza di supporto viabilistico”.
“Invece di affrontare in maniera chiara la questione – ha ribattuto il capogruppo del Pd Michele Bertucco - dicendo che sull’intero territorio comunale non si può realizzare il cimitero verticale, si ipotizza lo spostamento dell’opera in altre aree”.
Per il capogruppo di Forza Italia Daniele Polato “si tratta di una questione politica e non può esistere che sia solo il denaro a far sì che l’Amministrazione porti avanti dei provvedimenti”.
“Proposta che ha del ridicolo – ha spiegato il consigliere del Pd Stefano Vallani – e che ci trasciniamo da due anni. Si vuole insistere su un’opera alla quale è contraria tutta la città di Verona” Per il capogruppo di Fratelli d’Italia Ciro Maschio “quest’opera potrebbe portare nelle casse comunali 11 milioni di euro, ma c’è una soglia oltre la quale non si può andare, e i cittadini ce lo chiedono: no al cimitero verticale”.
“Secondo il nostro parere – ha spiegato il capogruppo del Movimento 5 stelle Gianni Benciolini – è un’operazione di lucro sui cimiteri, sui defunti, che la legge italiana non consente di fare”.
Per la consigliera della Civica per Verona Donatella Bovo “cimiteri verticali esistono già in tutto l’oriente da venti anni, in Australia, in Brasile e sono comunemente usati da diverse etnie. Si tratta di apertura mentale”.
“Il Sindaco farebbe più bella figura a fare marcia indietro – ha detto il consigliere del Gruppo misto Alberto Zelger – piuttosto che portare avanti questo progetto a tutti i costi, rovinando l’immagine di Verona”.
Per il consigliere della Civica per Verona Salvatore Papadia “mozione che invita la Giunta a valutare se è importante per la città riproporre l’opera altrove, cosa che se avverrà chiedo che venga approvata prima da tutti gli assessori in Giunta”.
Opera che non serve alla città – ha detto il consigliere del Pd Luigi Ugoli - che metterebbe in difficoltà un’azienda comunale, togliendo ad Agec l’attività più remunerativa, senza contare che i cittadini non la vogliono”.
Per il consigliere del Pd Eugenio Bertolotti “la mozione obbliga l’Amministrazione a proseguire su quest’opera, ora resta da capire, per rispetto nei confronti dei cittadini, se l’opera è sposata o meno dalla maggioranza”.

Sempre questa sera, con 26 voti, è stato eletto vicepresidente del Consiglio comunale il consigliere Luigi Ugoli, in sostituzione della consigliera Orietta Salemi, dimissionaria. Non hanno partecipato al voto il Movimento 5 stelle, il Gruppo misto e Forza Italia.
Il Consiglio comunale, inoltre, con 18 voti a favore, 9 contrari e 3 astenuti, ha approvato la proposta del consigliere della Civica per Verona Francesco Spangaro di riportare in commissione la mozione per l’accesso illimitato in Ztl dei veicoli di tipo elettrico e ibrido, presentata dal capogruppo di Forza Italia Daniele Polato, che l’ha fatta propria in quanto inizialmente proposta, e poi ritirata, dal consigliere della Civica per Verona Vittorio Di Dio.
All’unanimità, con 29 voti a favore, il Consiglio comunale ha approvato il permesso di costruire in deroga alla ditta Idealmarmi Srl, per la realizzazione di una tettoia ad uso deposito merci in via della Giara 9.
Ad inizio seduta l’Associazione dei Consiglieri Emeriti ha ricordato gli ex consiglieri comunali, da poco scomparsi, Renata Sequenzia e Luca Darbi.
Il Consiglio comunale si è chiuso alle ore 22.08 per la mancanza del numero legale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violenta rapina in casa, picchiata una 61enne: criminale preso dopo un inseguimento

  • Incidenti stradali

    Investito da un'auto: pedone in codice rosso all'ospedale di borgo Trento

  • Cronaca

    Il custode notturno e 2 complici inscenano una rapina in azienda: arrestati

  • Cronaca

    Traffico illecito di beni culturali e opere d’arte: ricercato in manette a Verona

I più letti della settimana

  • Neve e gelo in arrivo in Veneto: dichiarato lo Stato di Attenzione

  • Esselunga riapre a Verona in corso Milano: 139 addetti, 83 neoassunti

  • S'intascava banconote quando ricaricava il postamat. Scoperto dipendente

  • Violenta rapina in casa, picchiata una 61enne: criminale preso dopo un inseguimento

  • Lidl cerca 45 nuovi lavoratori per la piattaforma logistica di Arcole

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 dicembre

Torna su
VeronaSera è in caricamento