Carabinieri a San Zeno, il ricordo commosso del sottotenente veronese Enrico Frassanito

Nell'ambito del 24° Raduno nazionale dei Carabinieri, si è svolta stamane alla presenza anche del sindaco Sboarina la cerimonia dedicata alla memoria del sottotenente veronese deceduto nel 2006 a causa delle ferite riportate durante l’attentato di Nassiriya in Iraq

Il sindaco di Verona Federico Sboarina durante la cerimonia di commemorazione ai Giardini caduti di Nassirya - ph e video D.P.

Il sindaco Federico Sboarina e il presidente del Consiglio Ciro Maschio hanno preso parte questa mattina, sabato 21 aprile dalle ore 10.30, alla deposizione della Corona al Monumento al Carabiniere e allo scoprimento della targa in ricordo del S. Ten. Enrico Frassanito, presso i "Giardini Caduti di Nassiriya" in via Vittime Civili di guerra, adiacenti alla Porta San Zeno. Presenti anche il prefetto Salvatore Mulas, il Comandante Generale Arma Carabinieri Generale Corpo d’Armata Giovanni Nistri, il presidente nazionale Associazione Nazionale Carabinieri Generale Corpo d’Armata Libero Lo Sardo, i familiari del sottotenente, oltre a numerosi rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose. 

«La cerimonia di oggi è un riconoscimento doveroso, che era giusto fare e che si doveva fare, perché la memoria dei nostri eroi è un valore assoluto, che va trasferito ai nostri giovani. Il sottotenente dei Carabinieri Enrico Frassanito è stato un eroe, perché ha sacrificato la propria vita per difendere la Patria, la pace, la libertà. Sono state settimane frenetiche, una corsa contro il tempo, ma siamo riusciti a far coincidere questa cerimonia con la grande festa in cui tutta la città abbraccia i Carabinieri, di cui Enrico rappresenta l’orgoglio e la fierezza». Questo l’intervento del Sindaco Federico Sboarina alla cerimonia per lo scoprimento della targa in ricordo di Enrico Frassanito. 

 

«In questi giorni si tiene nella nostra città un grande evento nazionale, che tutti siamo onorati di poter accogliere – così si era espresso il sindaco Federico Sboarina alla vigilia della grande manifestazione che vedi l'Associazione nazionale dei Carabinieri riunirsi per il suo 24° raduno –. Per questo, abbiamo messo a disposizione le parti più belle e conosciute di Verona, coinvolgendo così la città in questa particolare occasione di festa. Il fitto programma di appuntamenti, oltre a celebrare l’Arma, ci consente di riflettere sul ruolo e sull’evoluzione che la figura del Carabiniere ha sviluppato nel corso degli anni pur rivestendo sempre, in passato come oggi, un compito importantissimo a servizio della comunità e a sostegno delle istituzioni»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni istanti dalla cerimonia presso i Giardini Caduti di Nassiriya web

Durante la cerimonia dedicata alla memoria del sottotenente veronese Enrico Frassanito, deceduto nel 2006 a causa delle ferite riportate durante l’attentato di Nassiriya in Iraq, sono state pronunciate parole di grande commozione e solidarietà rivolte in particolare ai familiari di tutti coloro che «hanno dato la propria vita per la fiamma dell'Arma e, in definitiva, per il bene dell'Italia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il discorso dedicato alla memoria del sottotenente veronese Frassanito

Agli interventi delle autorità, è seguito il ricordo del fratello di Enrico, Giuseppe Frassanito, che ha ringraziato la città e il Sindaco perché, a dodici anni dall’attentato terroristico che è costato la vita ad Enrico, la targa serve per tenere ancora vivo il ricordo e la memoria. «Per noi familiari oggi è un giorno di tristezza e rimpianto, ma anche di orgoglio e fierezza, che scaturiscono dall’affetto e dalla riconoscenza con cui Enrico viene ricordato dai suoi compagni e dai cittadini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia si è aperta con la lettura del messaggio inviato per l’occasione dal presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati.  Dopo il momento commemorativo, le autorità si sono spostate nella Basilica di San Zeno per la celebrazione della Santa Messa.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento