Pullman dalla Moldavia fermato con a bordo 1800 pacchetti di sigarette: 2 arresti

Sul van i carabinieri hanno rinvenuto stecche di sigarette per circa 40 chili

Le stecche di sigarette sequestrate

Due autisti di nazionalità romena, uno con doppia cittadinanza romena e moldava, sono stati arrestati al casello autostradale di Verona Sud nel corso di un'operazione che ha visto coinvolti i carabinieri e in seconda istanza la guardia di finanza. L'accusa per i due uomini arrestati, C. N. classe  '88 e T. M. classe '79, è di contrabbando illegale di sigarette.

I militari nel corso di una serie di controlli dei pullman adibiti al trasporto di persone, hanno notato che uno di questi mezzi aveva un vano nascosto, un doppiofondo appositamente realizzato per il trasporto di merce occultata. Tale spazio è risultato in realtà nell'occasione essere vuoto, ma la circostanza ha insospettito i carabinieri che hanno così approfondito le verifiche.

Oltre a un ingente quantitativo di materiali e merci varie trasportate sul van, sono quindi comparse delle voluminose buste in plastica con cerniera zip. All'interno di tali contenitori sono poi stati rinvenuti dai carabinieri circa 1800 pacchetti di sigarette per un peso complessivo di 40 chili. Va rammentato che trasportare fino a una stecca di sigarette da un altro Stato è legale, se si supera però il peso di 10 chili s'incappa in un reato amministrativo, mentre se si va oltre i 10 chili, come in questo caso, il reato diventa di natura penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre a ciò, i carabinieri hanno richiesto l'intervento della guardia di finanza per quanto riguarda gli accertamenti di loro competenza. Il sospetto è infatti che le stecche di sigarette recanti bollo moldavo, possano essere state addirittura acquistate in modo illegale, oltre che illegalmente esportate in Italia per essere vendute a prezzi ribassati sul mercato nero. Entrambi gli arrestati si trovano ora in carcere su ordinanza del gip, in attesa del processo che è stato fissato per il 7 marzo prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

Torna su
VeronaSera è in caricamento