Caporalato, 49enne veronese patteggia due anni e mezzo di carcere

Dovrà anche pagare una multa di 18mila. Per l'accusa era a capo di un'organizzazione che reclutava lavoratori per farli lavorare anche 11 ore al giorno e pagandoli 5 euro l'ora

I lavoratori sfruttati dai caporali (Foto di repertorio)

In quattro hanno patteggiato ed uno è stato assolto. Si chiude così il capitolo giudiziario dell'operazione Agri Jobs, con cui i carabinieri per la tutela del lavoro avevano smantellato una rete di caporali, di cui faceva parte anche un 49enne veronese. Le iniziali dell'imputato scaligero sono G.P. e per la Procura di Firenze era lui il capo dell'organizzazione che reclutava operai, prevalentemente stranieri, per farli lavorare nell'agricoltura o nell'edilizia, con turni di lavoro anche di 11 ore al giorno e con paghe che variavano dai 4 ai 5 euro l'ora. 

G.P. ha patteggiato una pena di due anni e sei mesi di reclusione, come scritto su Toscana Media News, e dovrà pagare una multa di 18mila euro. Pene più lievi per gli altri tre accusati, la cui pena è stata sospesa con la condizionale. Assolto, invece, nel processo con rito abbreviato l'uomo che per l'accusa sarebbe stato il contabile dell'organizzazione, il quale però è stato giudicato innocente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento