Cadavere riaffiora dalle rive del fiume Adige

Giallo alla diga di Santa Caterina. Trovato corpo di un uomo in avanzato stato di decomposizione

Cadavere riaffiora dalle rive del fiume Adige
Il cadavere di un uomo, in stato avanzato di decomposizione, è riaffiorato ieri mattina a Verona lungo il fiume Adige. Sono stati alcuni addetti alla manutenzione della diga di Santa Caterina, sorta di chiusa sul fiume, ad accorgersi del corpo. Il cadavere era in una specie di container, nel quale vengono deviati oggetti e vegetazione di una certa grossezza che si depositano sulla grata della diga.

Il corpo, nudo, è irriconoscibile. Da un primo esame è stato possibile solo accertare che si tratta di una persona di sesso maschile, di eta' da stabilire. Per questa ragione non è neppure possibile allo stato ipotizzare se possa essersi trattato di morte violenta, accidentale o naturale. Gli investigatori ritengono che il corpo potesse essere in acqua da più di un mese. Domani si svolgerà l'esame autoptico presso l'istituto di medicina legale di Verona. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento