Botte e minacce alla fidanzata: 38enne in silenzio davanti al giudice

L'uomo residente a Verona avrebbe maltrattato anche i figli minorenni della donna

immagine di repertorio

È rimasto in silezio davanti al giudice, scegliendo così di avvalersi della facoltà di non rispondere, l'uomo 38enne di origini romene residente a Verona, accusato di maltrattamenti verso la compagna e anche nei confronti dei figili minori di questa. 

Come riferisce TgVerona, l'ultimo episodio di botte e minacce alla fidanzata sarebbe avvenuto il 16 dicembre, quando l'uomo l'avrebbe colpita con degli schiaffi e le avrebbe messo le mani al collo.

Tenendo presente che in passato il 38enne avrebbe aggredito un'altra donna, al tempo sua compagna, il Gip ha disposto nei suoi confronti il divieto di avvicinamento alla vittima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento