Ex Arsenale, la bomba sarà disinnescata a giugno: in 40mila a rischio evacuazione

Si è tenuto questa mattina in prefettura il vertice con i responsabili degli artificieri dell'Esercito e delle forze dell'ordine per stabilire la data e il raggio d'evacuazione per disinnescare l'ordigno trovato

È stato fissato per domenica 14 giugno il "bomba-day", ossia il giorno in cui verrà disinnescato l'ordigno della Seconda Guerra Mondiale, trovato all'ex Arsenale alla fine di aprile durante i lavori per la realizzazione di un parcheggio. Nel corso della mattinata infatti si è tenuto in questura il vertice con i responsabili degli artificieri dell’Esercito e delle forze dell’ordine. 

Il raggio dell'evacuazione non è ancora stato stimato con precisione ma dovrebbe essere compreso tra gli 800 metri ed un chilometro. Nell'ipotesi in cui si dovesse optare per il raggio maggiore, dovranno essere evacuate circa 40mila tra centro storico e Borgo Trento; mentre se dovesse ricadere la scelta su un raggio più piccolo, saranno evacuate tra 27mila e 30mila persone.

L'area dovrà quindi essere abbandonata entro le ore 8, con le operazioni di disinnesco della bomba, dal peso di circa 227 chilogrammi, che saranno nelle mani dell'Unità artificieri di Legnago e si terranno a Boscomantico, con una durata di circa un’ora e 90 minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento