Fermato in bici dai carabinieri, l'aveva rubata poco prima in un condominio

Il giovane sarebbe stato notato uscire dall’androne di una delle palazzine di via Bassone, a Verona, con un mezzo del valore di 400 euro

I carabinieri di Verona

La bicicletta l'aveva rubata poco prima, quando è stato fermato dai carabinieri della sezione Radiomobile di Verona.
Nel pomeriggio di mercoledì, un 26enne italiano, nullafacente e con precedenti, è stato arrestato dai militari nella flagranza di furto in abitazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane sarebbe stato notato uscire dall’androne di uno dei condomini di via Bassone, con una bicicletta del valore di circa 400 euro: infatti, quando gli uomini dell'Arma lo hanno fermato, hanno subito appurato che il mezzo era stato rubato ad uno dei condomini. 
Il velocipede è stato restituito al proprietario, mentre il giovane è stato accompagnato nella camera di sicurezza del Comando Provinciale. Giovedì mattina, il giudice del tribunale di Verona ha convalidato l’arresto e sottoposto l’imputato all’obbligo di presentarsi alla stazione di Verona Principale per la firma di controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Mistero a Cerea, scoperti 17 morti in cimitero sepolti senza autorizzazione

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento