Parcheggi creativi allo Stadio, Benini: «Perché Sboarina non convoca la commissione?»

Il consigliere comunale Benini pubblica una serie di foto di parcheggi irregolari durante la sfida Hellas - Sampdoria e denuncia: «La maggioranza capitanata da Sboarina fa spallucce»

"Parcheggi creativi" allo Stadio - 5 ottobre 2019, foto Facebook consigliere comunale Federico Benini

L'Hellas Verona torna alla vittoria nella sfida casalinga contro la Sampdoria al Bentegodi, ma mentre in campo si gioca, fuori dallo stadio non mancano i disagi per i residenti del quartiere. È una storia ormai "antica", ma che resta sempre attuale. I tanti sostenitori dei gialloblu arrivano in auto per godersi la partita, ma gli spazi dove posteggiare nei pressi dello stadio quasi mai sono sufficienti e così scattano i "parcheggi creativi".

A subirne le conseguenze, nella giornata di ieri sabato 5 ottobre, è stato persino un mezzo pubblico dedito al trasporto urbano. Come rivelato da un eloquente filmato girato da un nostro lettore, si è trattato di un bus doppio, trovatosi di fatto incastrato durante la svolta da via Sansovino verso via Longhena proprio a causa delle automobili parcheggiate in modo irregolare.

Al di là delle multe ai "parcheggiatori creativi", che possono anche essere fatte, il tema parrebbe ormai essere un altro: più che sanzionare e reprimere, cosa comunque doverosa, servirebbe infatti offrire alternative, perché andare allo stadio è un diritto di tutti, ma è un diritto di tutti anche prendere un autobus ed arrivare puntuali a destinazione, oppure poter entrare nel proprio garage, o ancora utilizzare il marciapiede liberamente senza dover zigzagare tra le auto parcheggiate irregolarmente, senza contare poi i disagi provocati a disabili in carrozzina o genitori coi passeggini. 

A fomentare le polemiche, ma soprattutto a chiedere che l'amministrazione comunale si prenda carico del problema e studi soluzioni nuove per la sua gestione, è stato nelle scorse ore il consigliere comunale Pd Federico Benini. In un post su Facebook l'esponente dem attacca: «Anche oggi la situazione allo stadio non è cambiata. Il 16 settembre ho chiesto insieme ad altri consiglieri di minoranza la commissione prima per affrontare il problema del caos stadio durante le partite. Nonostante il regolamento preveda tempi precisi che sono stati ampiamente superati, - denuncia il consigliere Benini - la maggioranza capitanata da Sboarina fa spallucce e non convoca la commissione richiesta al fine di riorganizzare gli ingressi al quartiere durante le partite».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso consigliere Pd, a corredo del suo post di denuncia su Facebook, ha quindi pubblicato una serie di fotografie scattate nella giornata di sabato 5 ottobre e che documentano i numerosi parcheggi irregolari nel quartiere Stadio durante la sfida Hellas - Sampdoria: «Le auto parcheggiano ovunque, - conclude la sua requisitoria il consigliere Benini - tranquille di tornare molto spesso senza alcuna sanzione. Caro Sboarina, cosa ti hanno fatto di male i residenti dello Stadio da volerli torturare in questo modo?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

  • Mistero a Cerea, scoperti 17 morti in cimitero sepolti senza autorizzazione

Torna su
VeronaSera è in caricamento