homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Era diventato un ritrovo per prostitute, il Freccia Nera chiude per 15 giorni

Quel bar era diventato luogo di ritrovo per gente di malaffare. Il questore di Verona ha sospeso per 15 giorni la licenza del Bar Freccia Nera a Bosco di Sona

Quel bar era diventato luogo di ritrovo per gente di malaffare. Il questore di Verona ha sospeso per 15 giorni la licenza del Bar Freccia Nera a Bosco di Sona, a gestione cinese, per la costante presenza al suo interno di soggetti con precedenti per furto, rapina, ricettazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.
Una situazione di degrado e di allarme sociale della quale i cittadini residenti si erano lamentati, manifestando uno scarso senso di sicurezza. Il provvedimento è stato notificato stamani dagli agenti della Sezione Antiprostituzione e della Polizia Amministrativa e Sociale alla titolare, una cittadina cinese di 31 anni, legale rappresentante del locale.

"Si tratta provvedimento assolutamente necessario - ha spiegato il dirigente della squadra mobile scaligera Giampaolo Trevisi - perchè avevamo visto grazie ai controlli che il Freccia Nera era diventato un luogo di ritrovo per pluripregiudicati e prostitute. Numerose le proteste dei residenti che avevano evidenziato la situazione di degrado. Quindi il nostro intervento era assolutamente necessario.
"Il questore - ha precisato Trevisi- ha applicato l'articolo 100, la chiusura dell'esercizio per quindici giorni, lo stesso provvedimento adottato per l'Alterego. Si tratta di un segnale molto forte a livello amministrativo".
 
Inoltre, una sala slot" vicina al bar Freccia Nera, è stata controllata dagli agenti della squadra mobile, i quali hanno accertato che al banco non c'era nè il titolare, nè la persona preposta, così come prescrive la normativa vigente. Un verbale di contestazione sarà notificato appena possibile al titolare della stessa sala slot, che dovrà pagare la multa di oltre mille euro.
Una modica quantità di marijuana è stata sequestrata a  carico di un avventore che sarà segnalato alla prefettura locale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Terremoto Centro Italia. Primo avvicendamento dei vigili del fuoco veneti

    • Cronaca

      Ca' del Bue. "Riciclate idee vecchie. Meglio ottimizzare il porta a porta"

    • Cronaca

      Edizione 22 del Film Festival della Lessinia. Successo per il cinema islandese

    • WeekEnd

      Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 26 al 28 agosto

    I più letti della settimana

    • Travolta in autostrada. Veronese muore dopo tre giorni in rianimazione

    • Tragedia in autostrada. Un giovane a piedi viene travolto e ucciso all'alba

    • 49enne trovato privo di sensi al bar all'alba, muore il giorno dopo in ospedale

    • Terremoto in Centro Italia. Collette e raccolte alimentari a Verona e provincia

    • Inutile l'intervento dell'elisoccorso, un'altra persona muore annegata sul Garda

    • Frontale tra due auto vicino alla rotonda: 4 persone finiscono in ospedale

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento