Aumenti Atv, il Pd: "Si specula sui cittadini"

Il capogruppo in Provincia, D'Arienzo: "Piano inaccettabile che colpisce le fasce pi deboli"p

Aumenti Atv, il Pd: "Si specula sui cittadini"
"Un piano che scarica sui soli utenti della città i costi, colpendo in particolar modo le categorie deboli come studenti, lavoratori, pensionati e famiglie numerose". Con queste parole il Pd scaligero contesta la decisione di Atv di innalzare i prezzi dei biglietti di autobus cittadini. "Una proposta inaccettabile- dichiara il capogruppo in Provincia Vincenzo D'Arienzo- Che giunge con ben tre anni di ritardo rispetto agli obbiettivi fissati dal piano industriale Atv e per di più accompagnata da una finta razionalizzazione del servizio urbano che non fa altro che spostare 74 mila chilometri all'anno dalle linee diurne a quelle serali".

Le variazioni sono previste in tutte le fasce di biglietti: quello ordinario da 60 minuti passerà da 1  a 1,10, così come il biglietto da 70 minuti del parcometro. I carnet da dieci biglietti aumenteranno da 9 a 10 euro, mentre i carnet agevolati (per gli anziani) passeranno dagli attuali 5,20 a 6. Tre euro di aumento per gli abbonamenti mensile per lavoratori che fisserà il prezzo a 28 euro, mentre per gli studenti è prevista una riduzione con sconto dell'otto percento passando da 25 a 23 euro. Non sarà più previsto, come gli anni scorsi, l'abbonamento di dici mesi, rivolti soprattutto a studenti che in estate abb abbandonano università e scuole: in compenso con una banconota da 20 in più l'abbonamento sarà valido tutto l'anno e costerà 220 euro. "Atv afferma di voler premiare i clienti abituali- continua D'Arienzo- quelli che pagano l’abbonamento in un’unica soluzione per periodi superiori al mese. In realtà, aumentano tutti proporzionalmente con un leggero vantaggio per l’annuale".

Secondo le stime del Pd tutto ciò ha una spiegazione semplice e derivante dalla manovra prevista: "Vogliono aumentare gli introiti del servizio urbano del 4,82 percento, quindi dai 10milioni e 300mila euro del 2008 a quasi 11 milioni. Nel complesso, la manovra di integrazione tariffaria Atv prevede di aumentare gli introiti di € 354.172, pari a + 1,41 percento. Insomma, questo piano arriva tardi e grava solo sulle spalle della sola città. Viene da chiedersi perché i rappresentanti del Comune in Atv abbiano votato a favore e perché la Giunta l’abbia approvato. Una rivoluzione annunciata poco per volta che segnala anche come puntualità e pulizia a bordo non abbiano subito miglioramenti come confermato dalle proteste degli utenti".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento